Un appuntamento accademico di grande importanza che si svolge sotto l’egida dell’Università di Bologna (corso di laurea in Acquacoltura e Igiene delle produzioni ittiche) con la collaborazione del Circolo Vela Cesenatico. È quello che si svolgerà domani (sabato 10 luglio) sul litorale di Ponente dove verranno liberate alcune migliaia di piccoli (leptocefali) e una dozzina di riproduttori di anguilla.

Grazie al progetto europeo Lifeel questi pesci migratori passano parte della loro vita nelle strutture dell’Università dove, una volta create le condizioni ambientali tipiche del Mar dei Sargassi, dopo alcuni mesi si riproducono spontaneamente nelle vasche della serra ittiologica di Cesenatico. 

 
 
 

Dopo una lezione informale sul particolare ciclo biologico dell’anguilla, tenuta dai ricercatori presso il Circolo Vela Cesenatico, avrà luogo la liberazione degli animali nel tratto di mare antistante il Circolo Vela Cesenatico e sarà eseguita direttamente dagli allievi della Scuola vela sotto l’osservazione dei ricercatori dell’Università.

Durante la mattinata verrà presentato al pubblico anche il progetto europeo, curato in alcune sue azioni dal professore Oliviero Mordenti, ricercatore dell’Università di Bologna: il ricercatore e il suo gruppo di ricerca, unico in Italia in materia, si stanno occupando della riproduzione e dello svezzamento larvale della anguilla, specie a rischio di estinzione. Il gruppo è uno dei pochi al mondo ad aver messo a punto un protocollo in grado di riprodurre in ambiente controllato questo pesce.

 

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 

Leave a Reply