In seguito alla fine del discussissimo Pride Month in giugno, questa settimana si dà il via al Plastic Free July, un mese in cui ci si concentrerà a limitare e possibilmente azzerare il consumo personale di plastica. C’è molto bisogno di questo tipo di iniziative, ed è sensato che il mese scelto sia luglio, quando il consumo di acqua imbottigliata aumenta con il caldo, e le prime visite alle spiagge rattristano a causa della presenza di molti rifiuti.

Con questo mese la sensibilizzazione andrà a toccare ogni aspetto della propria vita, dimostrando come ogni azione quotidiana produca un significativo consumo di plastica. La nostra responsabilità di scelta parte al supermercato, quando acquistiamo prodotti imballati nella plastica mentre potremmo sceglierli sfusi o nella carta (come le carote, alcuni tipi di biscotti, la pizza surgelata…). Ma sicuramente ogni aspetto della nostra vita è caratterizzato da uno standard tendenzialmente legato al consumismo, spesso senza che ne siamo nemmeno consapevoli.

Ad esempio si pensi ad alcune modalità di intrattenimento: sale bingo o casinò sono luoghi in cui ancora si usa molta plastica, sia monouso che a lungo termine, in cui spesso non esistono bidoni per la differenziata, o non vengono utilizzati correttamente. Per cambiare questa situazione sono state messe in atto delle campagne, tra le quali quella che ha regalato 1 euro da giocare in cambio di ogni sacchetto di tappi di plastica raccolto dagli ospiti del casinò. Una valida alternativa è anche quella di giocare a slots online, anche senza spendere propri soldi e nella comodità di casa propria. Aziende che producono giochi e software sono molto sensibili alla sostenibilità anche per contribuire a creare un’immagine di sé che non sia eccessivamente negativa. Come si legge nel Rapporto Sostenibilità 2020 di IGT (International Game Technology, uno dei pilastri del settore), il codice di condotta dei fornitori prevede che siano rispettati elevati standard economici, etici e ambientali. È anche per questo che IGT si conferma uno tra i più importanti e apprezzati produttori di giochi per casinò, realizzando versioni di Blackjack, Poker e Video Poker, Roulette e Slot Machines, che si possono tranquillamente giocare anche in modalità mobile. Alcuni dei titoli più celebri della casa in ambito slot sono: Cats, Da Vinci Diamonds e Cleopatra.

 
 
 

Un’altra struttura di intrattenimento come il cinema ha molto da fare per raggiungere un livello basso di consumi e produzioni di rifiuti. È ancora molto comune vedere bibite vendute in bicchieri con il tappo di plastica, magari con la cannuccia, così come caramelle dispensate in sacchettini plastica monouso. C’è da considerare comunque che la situazione sanitaria ha costretto ad inserire alcune misure igieniche necessarie che portano poi alla produzione di più rifiuti. Per la sicurezza e la salute delle persone però, possono non esserci valide alternative in alcuni casi.

Quello che è vero sempre è che le scelte personali influenzano moltissimo l’andamento dei risultati che si ottengono a livello ambientale, soprattutto nel momento in cui le scelte giuste non sono singole ma di tutta una comunità. Nella semplicità della vita quotidiana, se non si può andare a comprare prodotti meno imballati, allora si può imparare a riciclare correttamente. Infatti la plastica non è sempre da demonizzare in assoluto, in quanto è versatile e spesso riciclabile. Ma prendersi cura dei rifiuti non è semplice, come si è visto dietro al Museo della Marineria di Cesenatico. Alcune persone utilizzavano i bidoni pubblici, dedicati soprattutto alla raccolta di piccoli rifiuti e mozziconi di sigarette, per gettare i propri rifiuti domestici. Questo rende impossibile qualsiasi forma di riciclo, e soprattutto toglie pulizia e vivibilità alla città. La risposta del quartiere è stata la chiusura sigillata dei bidoni.

bidoni immondizia

Non è da questi individui che si deve apprendere un comportamento civile e corretto, ma piuttosto da altri, che si impegnano sempre a fare la propria parte nella cura della città e nella protezione dell’ambiente. In primis sono i pescatori che raccolgono rifiuti, forse più sensibili grazie al loro contatto più diretto con il mare. La collaborazione di alcuni pescherecci con il Centro Ricerche Marine, il Comune di Cesenatico e l’azienda energetica Hera ha permesso la creazione del progetto Litter-A-mare. Saranno caricati a bordo degli strumenti per raccogliere la plastica dai mari durante le uscite. Ma la parte più interessante è quella che prevede lo smaltimento di questi rifiuti sulla terra, nell’isola ecologica del porto. Lì si potranno smistare e differenziare correttamente tutti i rifiuti, in modo che non tornino più nelle nostre acque.

I vantaggi di questa iniziativa sono moltissimi, inclusa la pulizia del mare che porta ad una conseguente pulizia delle spiagge e dei punti balneabili, che piano piano saranno sempre più apprezzati per la carenza di spazzatura.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 

Leave a Reply