fbpx

Sulle coste italiane trovare una spiaggia libera è ormai diventata un’impresa ardua.

Oltre il 50% delle aree costiere sabbiose è, infatti, sottratto alla libera e gratuita fruizione. Colpa di un aumento indiscriminato (+12,5%) in tutte le regioni delle concessioni balneari che nel 2021 sono arrivate a quota 12.166 (contro le 10.812 – secondo i dati del Demanio – del 2018).

 
 

Tra le regioni record ci sono Liguria, Campania e, ovviamente, l’Emilia-Romagna con quasi il 70% dei lidi occupati da stabilimenti balneari. E proprio nella nostra regione si registra – tra i comuni costieri – il record di Gatteo che, unico caso in Italia, ha tutte le spiagge in concessione. In pratica, in estate, nella confinante Gatteo Mare, non esiste neppure un metro di spiaggia libera. In Romagna situazione più o meno analoga a Rimini 90% e Cattolica 87%.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 

One Comment

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply