Domani (venerdì 15 ottobre) scatta in tutta Italia l’obbligo del Green Pass per entrare nei luoghi di lavoro per tutti i dipendenti pubblici e privati.

La misura resterà in vigore almeno fino al 31 dicembre, quando – se la curva pandemica dovesse continuare a regredire – terminerà ufficialmente lo “stato di emergenza”.

L’obbligo della certificazione verde, per chi non è vaccinato, ha fatto scattare la corsa al tampone, unica alternativa formalmente riconosciuta al Green Pass.

 
 
 

Ma negli ultimi giorni le richieste si sono moltiplicate e anche per le farmacie di Cesenatico sta diventando sempre più complicato far fronte alle centinaia di prenotazioni.

Anche nella nostra città, infatti, sono numerosi i “no-vax” che hanno scelto di non sottoporsi al vaccino e che, per non incorrere nella sospensione dal lavoro, hanno scelto la strada del tampone. Anche se questo li obbligherà ad un surplus di spese significativo visto che il tampone costa 15 euro e dura solo tra le 48 ore (se antigienico) e le 72 ore (se molecolare).

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply