fbpx

Il virus non molla la presa e chi sperava che questo inverno sarebbe stato quello del definitivo “ritorno alla normalità” dovrà rivedere le sue previsioni. Perché, seppur gradualmente, la curva pandemica continua inesorabilmente a salire in tutte le province della Romagna (casi in aumento da tre settimane di fila).

Unica differenza – tutt’altro che irrilevante – il dato sulle “ospedalizzazioni” che, rispetto allo stesso periodo del 2020, disegna una situazione decisamente più confortante.

La provincia più esposta, in questo momento, è Ravenna, mentre nel cesenate i casi crescono in maniera più lenta, anche se per gli anziani il Covid si conferma una minaccia letale (anche ieri, al lungo rosario di lutti, dobbiamo aggiungere quello di una donna cesenate di 103 anni).

Anche la scuola – nonostante le norme meno rigide sulla quarantena – paga dazio al Covid con 27 classi attualmente in Dad: 9 in provincia di Ravenna, 9 in quella di Rimini e 9 nel cesenate. Le classi più colpite sono quelle delle elementari, dove i bambini non sono ancora coperti dalla campagna vaccinale.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply