Il Comune di Cesenatico fa un passo deciso verso l’inclusività e l’integrazione delle persone non udenti con un nuovo servizio di interpretariato digitale per la comunicazione tra persone non udenti e persone udenti presso alcuni uffici comunali: si comincia con un investimento da 15mila euro approvato questa mattina dalla Giunta e il servizio inizialmente coinvolgerà l’URP, l’Ufficio Turismo e la Polizia Locale.

L’amministrazione comunale ha, da sempre, come uno degli obiettivi quello di ridurre le disuguaglianze che a livello sociale, economico e sociale persistono tra persone non udenti e persone udenti e per questo ha deciso di favorire l’interscambio comunicativo tra loro, in via sperimentale presso alcuni uffici comunali.

 
 
 

Grazie al lavoro della Cooperativa Sociale Service&Works verrà attivato il servizio di interpretariato digitale chiamato “TELLIS” che permetterà alle persone non udenti di poter comunicare con gli impiegati degli uffici grazie un interprete LIS collegato da remoto sia per appuntamenti in presenza che per telefonate e questo rappresenta un’assoluta novità.

“Cesenatico vuole continuare a essere un Comune inclusivo e vuole farlo attraverso molteplici azioni, alcune all’avanguardia come queste. L’interfaccia e il rapporto con gli uffici comunali è importante e siamo felici di far partire questo di servizio che può aiutare le persone non udenti a usufruire di servizi della Pubblica Amministrazione”, spiega il sindaco Matteo Gozzoli.

“Inclusività sociale e integrazione sono direttrici che vanno portate avanti nel concreto giorno dopo giorno: abbiamo scelto di far partire questo prezioso servizio da tre uffici che fanno della relazione con il pubblico un aspetto fondamentale di servizio e in questo modo possono andare incontro alle esigenze dei cittadini non udenti”, conclude il vice-sindaco Lorena Fantozzi

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply