fbpx

Con una pandemia sullo sfondo non è mai facile leggere ed interpretare correttamente i dati turistici. Sintetizzando, per Cesenatico, i numeri dell’anno appena trascorso (il 2021) evidenziano un sostanzioso incremento rispetto al 2020, ma ancora il trend resta ben al di sotto del 2019, ovvero la fase pre-Covid.

 
 

I pernottamenti l’anno scorso sono stati 2.902.870, sui 4,6 milioni dell’intero territorio provinciale. Questo significa che le presenze a Cesenatico sono cresciute del 44,4 per cento rispetto all’anno precedente, ma ancora sono in rosso con un -14,7% rispetto a prima della pandemia.

I numeri rilevano un graduale ritorno della clientela straniera (365.094) aumentata globalmente del 127,8%. Ma non tutti sono tornati, visto che – nella comparazione con i due anni precedenti – manca ancora il 37% dei pernottamenti da oltre confine.

Le presenze degli italiani hanno raggiunto quota 2.537.776, ovvero un aumento del 37,2% sul 2020 e un calo del 10,1% sul 2019. I dati delle presenze sono perfettamente in linea con quelli degli arrivi che sono stati 478.985 e percentualmente si discostano di pochissimo a testimonianza che la durata media della vacanza negli ultimi due anni non pare essersi modificata.

Tra le curiosità, va segnalata l’ottima performance del mese di dicembre che con 52.076 ha quasi raddoppiato (+ 90,9%) le presenze sullo stesso mese del 2019 e ha più che quadruplicato (+ 322,3%) sul 2020. Anche se per l’ultimo capodanno erano state annullate le feste di piazza, evidentemente Cesenatico mantiene l’appeal di sempre.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply