fbpx

Si aggrava la posizione dei coniugi Pasquale Bonfrate e Imane Mounsiff, titolari del ristorante La Playa di Cesenatico, finiti in carcere le scorse settimane nell’ambito dell’operazione “Free Credit, la maxi inchiesta della Guardia di Finanza di Rimini – coordinata dal sostituto procuratore Paolo Gengarelli – sul mercato nero dei crediti di imposta per un valore di oltre 440 milioni di euro.

Nei giorni scorsi il tribunale del Riesame ha respinto il ricorso che era stato presentato a suo tempo dai legali della coppia e dunque entrambi restano in carcere.

A peggiorare la situazione la notizia secondo cui il Comune di Rimini – in caso di condanna – chiederà i danni ai ‘furbetti’ dei bonus edilizi.

Lo stesso sindaco Jamil Sadegholvaad, nel commentare il blitz delle Fiamme Gialle di Rimini che alla fine dello scorso gennaio aveva fatto scattare sequestri in tutta la Penisola e portato all’esecuzione di 35 misure cautelari, aveva parlato di “uno scenario criminale profondo e cinico allo stesso tempo, una miseria prima umana e poi professionale che martoria il corpo già debole delle comunità, dell’economia e del lavoro per la pandemia”.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply