fbpx

Smartphone, pc, tablet sono dispositivi digitali che sono entrati a tutti gli effetti nella quotidianità di gran parte degli uomini e delle donne, più o meno giovani.

È bene, però, sottolineare che le luci emesse dai suddetti dispositivi possono nuocere alla vista ed alla salute degli occhi.

Importanti studi hanno dimostrato che una percentuale che circa l’80% delle informazioni che dal mondo circostante arrivano al cervello passa dagli occhi e, inoltre, più del 40% delle attività cerebrali è legato alla vista.

Considerata l’importanza di questo organo è opportuno scegliere lenti, come le lenti Essilor® con Eye Protect System™, in grado di proteggere gli occhi dalla luce nociva sia che riflette sulla parte interna o esterna della lente stessa.

nove colli cesenatico
 
 

Cosa sono gli occhiali con lenti blu?

Gli occhiali detti con lenti blu sono state studiate e progettate per filtrare la luce blu, appunto, che proviene dagli schermi di vari dispositivi digitali.

L’importanza di scegliere questo filtro impercettibile da applicare agli occhiali da vista è utile per evitare le complicazioni che potrebbero nascere per un’elevata esposizione ed utilizzo di dispositivi quali pc, tablet, smartphone e tv.

Alcuni studi hanno dimostrato che l’eccessiva esposizione non protetta alla luce blu può accelerare il processo relativo all’invecchiamento degli occhi.

In realtà, l’occhio umano filtra completamente i raggi UV di tipo UVB, mentre per quanto riguarda i raggi di tipo UVA sono assorbiti in misura maggiore dalla cornea e dal cristallino per poi, in un secondo momento, raggiungere la retina.

Analizzando il lungo periodo, però, potrebbero nascere disturbi e malfunzionamenti come la cheratite (infiammazione della cornea) o la cataratta (invecchiamento del cristallino che si opacizza).

È possibile evitare di ritrovarsi in questa situazione prestando attenzione ad alcuni piccoli dettagli. Ad esempio, è preferibile scegliere zone d’ombra, indossare regolarmente gli occhiali da sole quando si è all’aperto durante le calde e soleggiate giornate estive, proteggere gli occhi dei bambini.

Come proteggersi dalla luce blu degli schermi?

Gran parte degli adolescenti ha un pc, un tablet oppure uno smartphone; quadro che non cambia se si prende in esame la fascia adulta che, molto spesso, utilizza i dispositivi tecnologici per motivi professionali.

Per proteggere gli occhi, sarebbe preferibile un utilizzo moderato e responsabile dei dispositivi tecnologici e di esporsi alla luce con cognizione di causa.

Ad ogni modo, di seguito qualche consiglio per vivere l’esperienza visiva nel migliore dei modi e per ridurre al minimo gli effetti nocivi dell’esposizione ai monitor grandi o piccoli che siano.

Innanzitutto, è consigliabile scegliere la posizione frontale per guardare lo schermo; porre quest’ultimo ad una distanza di circa 60 cm dagli occhi.

Inoltre, ogni 60 minuti di lavoro o esposizione alla luce dello schermo è preferibile distogliere lo sguardo per circa 5 minuti.

Nel caso si indossino gli occhiali da vista, è bene chiedere all’ottico delle lenti che siano in grado di filtrare la luce blu.

Tornando agli schermi dei dispositivi digitali, è preferibile regolare la luminosità, per cercare di migliorare la qualità della lettura o visione del contenuto senza affaticare eccessivamente la vista e sforzare gli occhi.

Le evoluzioni tecnologiche ed i continui progressi in materia hanno dato vita a monitor e dispositivi dotati di schermi che possono variare e modificare la luminosità in modo automatico.

 

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply