fbpx

Ci sarà un’assenza che farà rumore tra gli stand della Bit di Milano, la Borsa internazionale del turismo in programma dal 10 al 12 aprile.

Dopo 42 anni, infatti, l’Emilia Romagna ha deciso di non partecipare all’appuntamento.

Due le motivazioni: una di carattere “tecnico”, l’altra “strategica”. La pandemia, infatti, ha portato al forzato spostamento della Fiera da febbraio ad aprile, un mese che – secondo gli operatori della nostra regione – viene considerato troppo “a ridosso” della stagione turistica balneare e dunque poco funzionale alla pianificazione delle vacanze.

La seconda ragione è riconducibile al peso sempre più rilevante del Trg, la Fiera del turismo di Rimini che si terrà dal 12 al 14 ottobre, dunque in una data considerata più indicata per la promozione del territorio emiliano-romagnolo a livello internazionale.

Depotenziando con la propria assenza la rassegna milanese, si darà dunque una nuova importanza all’evento riminese che, secondo gli organizzatori del Trg, punta nei prossimi anni a diventare l’appuntamento italiano di riferimento per il marketing turistico.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply