Ha sollevato un vespaio di polemiche – fino a diventare anche uno spinoso “caso politico” – la mancata assegnazione della Bandiera Blu a Gatteo Mare.

Il piccolo comune rivierasco – a differenza delle confinanti Cesenatico e San Mauro Mare – è stato saltato a piè pari dai giurati dalla Foundation for Environmental Education (FEE), l’ente che, da 35 anni, assegna gli oscar alle spiagge europee.

 
 
 
 

Per la verità, dopo aver perso la Bandiera Blu nel 2016, il comune di Gatteo – sotto la legislatura Vincenzi – negli ultimi tre anni non aveva inoltrato formale richiesta per avere il riconoscimento. Con il cambio di Giunta, però, il nuovo sindaco Roberto Pari aveva deciso di riprovarci e di richiedere l’assegnazione della Bandiera Blu. Una mossa sbagliata visto il pollice verso della FEE che, pur promuovendo la qualità della acque, ha ritenuto che sul fronte della pulizia delle spiagge, dei servizi accessibili ai disabili e della gestione sostenibile del territorio, il Comune di Gatteo non avesse tutti i requisiti.

 
 
 
 
 

Sulla mancata assegnazione della bandiera blu, il locale Pd – che a Gatteo è all’opposizione – non ha risparmiato critiche: “Il sindaco Pari dichiara che le analisi delle acque sono eccellenti e di non comprendere, quindi, la mancata assegnazione della Bandiera Blu. Queste dichiarazioni meritano una riflessione: è evidente che l’Amministrazione non solo ha letto superficialmente i criteri per il rilascio del riconoscimento, ma ha anche una visione distorta della sostenibilità ambientale”.

 

Leave a Reply