fbpx
“Gli annunci non mancano, ma purtroppo i cantieri di Cesenatico non si muovono di un millimetro: dal restyling del ponte di viale Roma al Ciclodromo, l’impressione è quella di un blocco preoccupante. Per questo chiediamo una volta per tutte all’Amministrazione di fare un quadro oggettivo e trasparente dei lavori pubblici in città”.
 
 
Sebastiano Padovan, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia a Cesenatico, sollecita il sindaco Matteo Gozzoli. “La campagna elettorale è ormai alle spalle – prosegue – è il momento di passare dalle parole ai fatti: se nel maggio dell’anno scorso si evidenziava l’urgenza di un intervento sul ponte di viale Roma, con il Comune che presentava il progetto di fattibilità e una road-map per arrivare all’apertura del cantiere nei primi mesi di quest’anno, ad oggi l’infrastruttura continua a versare nello stesso stato e nulla si sa di un imminente avvio dei lavori: che cosa è andato storto? Immaginiamo che si dovrà far passare anche l’estate per non creare disagi nel momento del boom turistico, ma questi ritardi su un intervento di consolidamento strutturale e messa in sicurezza, non sono certo una bella notizia anche perché persiste lo stato di degrado nella principale via di Cesenatico, la più transitata per l’accesso al mare”.
 
 
 
padovan cantieri
“Sembra ormai bloccato anche il Ciclodromo di Villamarina. Inizialmente la struttura doveva essere pronta per i primi mesi di quest’anno – ricorda Padovan – A febbraio il sindaco si era poi premurato di aggiornare la cittadinanza sull’andamento dei lavori, assicurando che il cantiere stava seguendo la tabella di marcia. Ma negli ultimi mesi non si sono notati sviluppi significativi e non si vedono progressi: dall’Amministrazione, però, non si sono avuti aggiornamenti. Quando si pensa di poter rendere disponibile il Ciclodromo alla città?”.
La gestione dei lavori pubblici mostra insomma diverse criticità, sia nella gestione di importanti cantieri, sia nella più spicciola quotidianità, come fa notare Fratelli d’Italia. “Pensiamo alle asfaltature degli ultimi giorni – conclude Sebastiano Padovan – Sono state realizzate a macchia di leopardo, sono state riparate solo piccole sezioni di strada, un po’ qua e un po’ la, senza portare a termine una manutenzione compiuta e attesa dai cittadini”.
 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply