In occasione della fiera "Ciclo & Vento" e della 51esima edizione della gara ciclistica "Nove Colli" sono previste modifiche alla viabilità: sulla via Cesenatico, in Centro Storico, nella zona del lungomare Carducci, e a Sala di Cesenatico dal 18 al 24 Maggio 2022.

Qualche volta i soldi non bastano e ci si trova nella situazione di dover chiedere un prestito personale a un istituto di credito finanziario.

I motivi per i quali diventa necessario richiedere un prestito sono svariati e vanno dall’acquisto degli arredi per la nuova casa alle spesi di ristrutturazione; si tratta in ogni caso di spese importanti per le quali è richiesto il pagamento di cifre considerevoli che andrebbero a incidere negativamente sui propri risparmi. Si tratta comunque di una situazione nella quale ci si trova di rado e, proprio per questo, non si sa bene come affrontarla e a chi rivolgersi.

Uno dei modi più efficaci per individuare il prestito più adatto alle proprie esigenze consiste nel consultare i siti di comparazione; è possibile ad esempio trovare il miglior prestito personale su facile.it, consultando con un solo click tutte le offerte più convenienti del momento.

Il prestito personale rientra tra le tipologie più comuni e diffuse nel nostro Paese e consente al richiedente di ricevere un capitale che dovrà poi essere rimborsato entro i tempi stabiliti. Di seguito cercheremo di capire cos’è esattamente il prestito personale e chi può richiederlo.

Prestito personale: di cosa si tratta

Con il termine prestito personale si indica un tipo di prodotto di credito che viene erogato in favore del consumatore da un istituto finanziario e che dovrà essere restituito secondo le modalità concordate in sede contrattuale. Il rimborso, suddiviso in rate mensili, viene maggiorato da un tasso di interesse che concorre a determinare, insieme ad altri fattori, l’effettivo ammontare che si dovrà pagare per estinguere il debito.

La richiesta del prestito personale non è legata all’acquisto di un bene specifico, come avviene invece per il mutuo della casa o per altre tipologie di prestiti, e il contratto viene stipulato direttamente tra l’istituto di credito e il soggetto che richiede il prestito, il quale riceverà direttamente il denaro e lo potrà utilizzare come preferisce.

La somma ottenibile con questo tipo di prestito non è solitamente superiore ai 75.000 €, anche se molti istituti di credito si fermano a un massimo di 30.000 €.

Per richiedere il prestito personale è possibile rivolgersi al proprio istituto bancario oppure effettuare una ricerca online per individuare i prestiti più vantaggiosi.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chi può richiedere il prestito personale

Le caratteristiche dei soggetti che possono accedere al prestito personale vengono decisi dai singoli istituti finanziari, seguendo in ogni caso le linee guida stabilite dalla Banca d’Italia.

La tipologia standard di prestito viene concesso a soggetti maggiorenni di età non superiore ai 70 anni, ma esistono numerose eccezioni; alcune banche concedono ad esempio piccoli prestiti agli studenti minorenni oppure ai pensionati, senza limiti d’età.

Chi desidera richiedere un prestito personale, oltre all’età giusta, deve anche avere la possibilità di rimborsare il prestito; per questo motivo la banca richiede la presentazione della busta paga, se si lavora come dipendenti, del cedolino della pensione, nel caso dei pensionati, oppure della dichiarazione dei redditi, quando il prestito è richiesto da lavoratori autonomi.

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply