La briscola è un giorno assai amato in Italia, a livello amatoriale viene praticato tanto in famiglia, tanto nei circoli dove sono soliti ritrovarsi gli anziani, impegnati in interminabili partite a carte, ma anche a dama o a scacchi. Gli appassionati più giovani o che hanno dimestichezza con la tecnologia, amano giocare anche a briscola online in un ambiente virtuale che simula le situazioni di gioco reali e permette di interagire con giocatori reali.

Divertirsi con la briscola online viene reso possibile dalle piattaforme di gioco, visivamente sempre più piacevoli e tecnicamente sempre più performanti.

La briscola tradizionale si gioca con un numero pari di partecipanti, 2 oppure 4. Vengono usate solitamente le carte napoletane, ma anche le piacentine, le bergamasche o le siciliane. Queste varie tipologie di carte, che non è infondato definire italiane, differiscono moderatamente solo da un punto di vista grafico, ma hanno le stesse funzioni e vengono usate anche per altri giochi di carte. Alla bisogna si possono utilizzare anche le carte francesi, quelle da poker, però vanno rimosse 12 carte oltre ai jolly. Conviene rimuovere l’otto, il nove e il dieci di ciascun seme e tenere invece le figure.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Le regole tra la briscola giocata con un numero pari o dispari di giocatori non differiscono granché. Ci si aggiudica una mano totalizzano la metà dei punti più 1, nel caso di giocatori pari, 2 oppure 2 coppie. Il punteggio minimo da totalizzare è 61, nella briscola a tre le carte devono essere 39 e minimo punti 41. Per ottenere un numero di carte divisibile per 3 viene eliminata una cosiddetta “scartina” ossia una cara non appartenente al seme che comanda e a cui non è attribuito alcun punteggio (7 – 6 – 5 – 4 – 2).

Inizialmente il mazziere distribuisce 3 carte a ciascun giocatore, dopo di che estrae una carta dal mazzo che ha la funzione di seme dominante. Ciascuna mano può essere presa da un giocatore se si possiede una briscola, o in mancanza di essa la carta più alta. Le carte del seme dominante hanno una gerarchia, l’asso è al primo posto con 11 punti, seguito dal 3 (10 punti), Re (4), Cavallo (3) e Fante con 2 punti. 

Così come per molti altri giochi, anche la briscola è stata omaggiata in film e serie TV. Di recente una di queste, I delitti del Barlume, prodotta da SKY, ha intitolato una puntata con riferimento a una improbabile briscola in 5, teoricamente fattibile ma raramente praticata poiché bisognerebbe organizzarla con 2 squadre formate rispettivamente da 2 e 3 giocatori.

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply