fbpx
 
 
 

“Scadenze che non vengono rispettate, date aggiornate da una settimana all’altra, rifiuti che restano in strada, caos per ritirare i bidoni dell’immondizia: la partenza della raccolta differenziata ‘porta a porta’ a Cesenatico è accompagnata da una disorganizzazione davvero imbarazzante, che purtroppo si sovrappone con l’avvio della stagione turistica. A questo punto, come già rimarcato più volte, sarebbe bene rinviare tutto a dopo l’estate”.

Così Emilio Zarrelli, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale a Cesenatico, commenta la situazione e “suggerisce” all’Amministrazione comunale di applicare “un pizzico di buon senso prima che il tutto degeneri definitivamente”.

 
 
 
 
 
 
 

“Ieri – scrive in una nota Zarrelli – c’è stata una riunione tra le agenzie immobiliari, che rappresentano circa 600 proprietari di immobili a Cesenatico, ed Hera: posticipando di settimana in settimana la partenza della raccolta differenziata porta a porta e non avendo ancora una data certa, sta aumentando la confusione a dismisura e tutto questo sta causando parecchie problematiche sia ai cittadini che alle imprese”.

“Inizialmente – ricorda il leader locale di Fratelli d’Italia – si doveva partire il 23 maggio, poi come riportato dai cartelli affissi sui bidoni in città la rimozione doveva avvenire il 13 giugno, ma ad oggi la loro rimozione non è avvenuta e ancora non si ha certezza di quando il nuovo sistema di gestione dei rifiuti debutterà”.

“Per i proprietari delle seconde case e per chi affitta i propri immobili ai turisti – aggiunge – è ancora più complicato: in settimana ci sono state lunghe file da Hera per ritirare i bidoni della differenziata e i tanti che chiedono informazioni restano senza risposte precise. A questo punto invitiamo ancora una volta il sindaco Matteo Gozzoli ad ascoltare i cittadini, le imprese, le agenzie immobiliari e noi di Fratelli d’Italia – conclude Emilio Zarrelli -. Si rimandi il tutto a fine estate, quando con più calma si può gestire questo cambiamento senza penalizzare nessuno e riparando ai palesi errori organizzativi emersi in questa fase”.

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply