fbpx
 
 
 

Ventilatori sempre accesi e condizionatori a palla (alla faccia del caro-bollette). Non più una banale questione di confort, ma di sopravvivenza.

Eh già perché, da oggi, la Romagna sarà avvolta da una bolla di caldo proveniente dal nord Africa che alzerà ulteriormente le temperature, dando quella sensazione di “phon sempre acceso” che si percepisce quando si scende dall’aereo appena atterrato a Sharm El Sheikh.

 
 
 
 
 
 
 

Da oggi fino a martedì prossimo vivremo giornate da “bollino rosso” con massime che si avvicineranno ai 40 gradi. Secondo i meteorologi, infatti, nelle prossime ore potrebbero essere superati i record assoluti di caldo del mese, che risalgono al 20 luglio del 2007 quando nel nostro entroterra si raggiunsero i 40 gradi.

Si annunciano tre giorni di fuoco ma da mercoledì, non arriverà il fresco: semplicemente le temperature si abbasseranno di qualche grado. In Romagna le zone destinate a soffrire di più saranno il Lughese e il Faentino. In Riviera si starà un po’ meglio, ma di notte la colonnina di mercurio non scenderà mai sotto i 25 gradi.

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply