fbpx
 
 
 

Anche il turismo può essere accessibile e avere una funzione di inclusione sociale, di pari passo con azioni di marketing territoriale che arrivano ad ampliare sempre di più il target di persone a cui rivolgerci per proporre una vacanza.

Il Comune di Cesenatico si è candidato e ha ottenuto 50mila euro all’interno del bando PNRR della regione Emilia Romagna “In Emilia Romagna c’è una vacanza per me”. Le iniziative partiranno durante i primi mesi del 2023 e coinvolgeranno in maniera importante anche alcuni luoghi culturali della città di Cesenatico.

 
 
 
 
 
 
 

I fondi saranno utilizzati per implementare l’accessibilità degli istituti culturali con segnaletica in braille al Museo della Marineria e a Casa Moretti a vantaggio delle persone non vedenti.

Sempre in questi due luoghi si procederà alla sottotitolatura dei contenuti video per permetterne la fruizione alle persone non udenti.

La cifra verrà anche in parte impiegata per analizzare l’accessibilità dello IAT e degli istituti culturali con schede mirati per realizzare interventi di miglioramento e per la realizzazione di progetti pilota. All’interno dei musei verranno organizzate visite guidate tattili e formazione specifica. Spostando l’obiettivo sulla spiaggia, si ipotizza una dotazione di sedie adatta per l’accesso dei disabili alla spiaggia da fornire in dotazione alla Cooperativa Stabilimenti Balneari.

museo della marineria

“Cultura e turismo possono andare di pari passi e questa unione viene resa ancora più salda e importante dall’impatto sociale di questa misura. Abbiamo ricevuto un finanziamento importante e siamo già al lavoro con gli uffici per poter mettere in campo iniziative con un impatto positivo su tutto il territorio”, spiega l’assessore Pedulli.

“L’inclusività è uno dei capi saldi del turismo di Cesenatico e questo finanziamento sarà utilissimo per migliorare ancora la nostra offerta. L’offerta turistica di una città non è fatta di soli numeri, bilanci e presenza ma è fatta anche di umanità e attenzione a chi corre il rischio di rimanere indietro. A Cesenatico deve esserci posto per tutti, in maniera confortevole e agevolata”, conclude l’assessore Gaia Morara.

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply