fbpx
 
 
 

“Il Siulp (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia) Forlì Cesena – si legge in una nota del sindacato – da tempo ha segnalato i disagi causati dalla mancanza, presso la Questura di Forlì Cesena, di auto adibite al controllo del territorio. Le poche rimaste, hanno un chilometraggio molto elevato (ben oltre i 200.000 km) e tra queste ve ne è un modello (Fiat Bravo) in condizioni “fatiscenti”, visto gli ormai 15 anni di onorato servizio su strada”.

 
 
 
 
 

“Ma – si legge – in questi giorni di ferragosto, presso la Questura di Forlì si è toccato il fondo; alcuni di questi veicoli sono fermi in officina, altri assegnati a Cesenatico per i servizi presso il Posto di Polizia Estivo, quindi sono rimaste solo 2 auto idonee da utilizzare per il servizio controllo del territorio”.

“Questo vuol dire – sottolinea il sindacato – che, nel caso un intervento delle Volanti presso la Questura di Forlì si possa protrarre oltre l’orario di fine turno, i poliziotti montanti non potranno prendere normale servizio su strada ed intervenire prontamente, in caso di richiesta dei cittadini, per mancanza di vetture idonee”.

“Inoltre – continua il sindacato – tali mezzi hanno già percorso tantissimi km, di fatto continuano ad essere utilizzate h/24 e quindi a breve dovranno essere dichiarate fuori uso per aver raggiunto il massimo di chilometraggio consentito”.

“Per tale motivo – conclude – , il Siulp sollecita l’invio urgente di nuove auto adibite al controllo del territorio a favore della Questura di Forlì Cesena, onde evitare il rischio di non poter svolgere il prioritario servizio di Volante, anche perché presso l’Autocentro della Polizia di Stato a Bologna, sono presenti alcuni veicoli nuovi da assegnare”.

 

 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply