fbpx
 
 
 

Si terranno oggi pomeriggio (dalle ore 15), alla chiesa parrocchiale di Sala di Cesenatico, i funerali di Giuliana Manzi, anima dello storico ristorante “La Gnaffa”, da sempre il tempio culinario degli amanti della cacciagione.

Giuliana – capostipite di una famiglia in cui lei, con il marito Goffredo Buratti, per una vita è stata protagonista del mitico locale della frazione di Sala – è morta all’età di 93 anni.

 
 
 
 
 
 
 

“La Gnaffa” – incastonato da una vita in via Canale Bonificazione – è da sempre uno dei simboli più ruspanti della nostra tradizione gastronomica. Sempre fedele alla sua identità (quella della più tipica cucina romagnola), il ristorante è stato meta in questi anni di tanti personaggi noti, tra cui cantanti famosi e conosciuti come Lucio Dalla, Riccardo Muti, attori, politici, giornalisti, calciatori e personaggi del mondo dello sport, incluso l’ex ct della nazionale di calcio Azeglio Vicini che assieme alla famiglia era un cliente abituale della sua cucina.

Il punto di ristoro venne inaugurato nel lontano 1904 da Adelaide Sacchetti detta ‘Gnaffa’ e rappresenta una delle attività più longeve del territorio cesenaticense e non solo.

Oggi l’azienda è portata avanti dai figli di Giuliana e Goffredo, i fratelli Paolo di 63 anni ed Ariella Buratti; ed un domani i figli di Paolo, Matteo di 35 e Luca di 25 anni, avuti dalla moglie Patrizia Ghiselli, potrebbero prendere le redini della Gnaffa come quarta generazione.

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply