fbpx
 
 
 

L’Assemblea Legislativa della Regione ER ha approvato la delibera che dà ufficialmente il via alla costituzione del Parco archeologico del Rubicone e della bretella di collegamento tra la via Emilia e il casello autostradale “Valle del Rubicone”.  Due opere strategiche che rispondono non solo alle esigenze di viabilità del Rubicone, ma ad una importante valorizzazione del patrimonio storico e culturale in quel territorio.

 
 
 
 
 

Un iter collegato ai ritrovamenti di eccezionale interesse archeologico, avvenuti durante gli scavi già avviati per la realizzazione della bretella.

“Il percorso previsto guarda sia alla realizzazione di una infrastruttura strategica per il territorio dal punto di vista della viabilità e del comparto produttivo, sia ad un importante investimento nell’ambito culturale e turistico del Rubicone, con un museo diffuso che unirà tutti i comuni del territorio – Affermano i consiglieri regionali PD Lia Montalti e Massimo Bulbi- Un’occasione unica per sostenere l’economia locale, puntando sull’attrattività del territorio e valorizzandone il patrimonio storico ed ambientale .”

rubicone museo compito

La realizzazione della bretella di collegamento che verrà realizzata tra la via Emilia in località San Giovanni in Compito ed il casello autostradale A14 Valle del Rubicone è un investimento cardine per la mobilità locale e per il progetto del Parco archeologico in rete.

“Questa infrastruttura verrà realizzata con un finanziamento del Ministero Infrastrutture e Trasporti, nell’ambito dei fondi FSC destinati alla regione Emilia-Romagna, di 7 milioni di euro – Evidenziano i consiglieri Bulbi e Montalti – Anche in questa occasione la sinergia tra il territorio, la Provincia, i Comuni e la Regione darà vita ad un investimento strategico per lo sviluppo del Rubicone”.

 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply