fbpx
 
 
 

L’Unione Rubicone e Mare conferma il suo impegno nel contrasto alla violenza di genere e alle discriminazioni, promuovendo un vero e proprio festival. È il Festival De Genere, in programma a Gambettola dal 7 al 9 ottobre 2022, tre giornate di incontri, laboratori, spettacoli, musica dal vivo.

 
 
 
 
 

Il progetto, ideato e organizzato dall’associazione Voce Amaranto aps, presieduta da Lelia Serra, rappresenta il momento conclusivo del corposo lavoro di comunità sotteso al progetto Generi e gener-azioni. Insieme contro la violenza, realizzato e promosso dall’Unione Rubicone e Mare con il contributo della Regione Emilia Romagna che ha visto durante l’anno mettere in campo strumenti e azioni di contrasto alla violenza contro le donne e alle discriminazioni di genere, distribuiti sul territorio dei nove Comuni dell’Unione.

Fondamentale per l’ideazione e la realizzazione del Festival De Genere è stato il coinvolgimento dei Licei scientifici Marie Curie di Savignano sul Rubicone ed Enzo Ferrari di Cesenatico che hanno affrontato il tema del genere attraverso percorsi laboratoriali e una co-progettazione operativa di gran parte degli eventi in programma. In particolare gli studenti sono stati coinvolti tramite le attività di alternanza scuola-lavoro, insieme all’associazione Voce Amaranto. Un progetto a più mani che vede nel Festival un momento di riflessione co-costruito da generazioni che cercano un confronto e un dialogo sul tema del genere, aperto alla propria comunità.

de genere

Il festival inizia venerdì 7 ottobre con un laboratorio per la scuola primaria, Di foglia in foglia, di Marianna Balducci (ore 9.30, presso il centro culturale Federico Fellini, partecipazione gratuita) per andare all’inaugurazione (ore 16.30, sala mostre centro culturale Federico Fellini, ingresso gratuito) con il taglio del nastro della mostra di pittura Cuori e spade degli Psicrocromatici. A seguire un percorso guidato fino alla Stazione degli artisti alla scoperta delle tappe del processo creativo. Alle donne e alle erbe è dedicato l’incontro con l’antropologa Michela Zucca (Stazione degli Artisti, ore 18.30, gratuito) e, a chiusura della prima giornata, largo ai giovani con Rise Up!, progetto di alternanza scuola lavoro con i licei scientifici Marie Curie di Savignano sul Rubicone ed Enzo Ferrari di Cesenatico (ore 21, teatro comunale, ingresso gratuito).

Sabato 8 ottobre l’apertura dei lavori sarà affidata a un laboratorio per la scuola secondaria di primo grado su L’approccio autobiografico per riflettere sull’identità di genere con Lidia Gualtiero (Stazione degli Artisti, ore 9.15, partecipazione gratuita). Alle 15 laboratorio di danza hip hop condotto da Nino Ballerino e con la partecipazione de I ragazzi di via Roma, 10 (centro culturale Federico Fellini, ore 15, aperto a tutte e tutti). A seguire, con Beatrice Cristalli e Alessio Mariani in arte Murubutu si parlerà di letteratura e rap, il genere musicale più diffuso fra i giovani negli ultimi decenni (centro culturale Federico Fellini, ore 17, ingresso gratuito). Dalla riflessione si passerà poi alla musica suonata con Moder in concerto (Ex Macello, ore 21, ingresso gratuito). Durante la serata sarà presente l’Unità di strada Notti sicure, servizio di prevenzione in collaborazione con il Sert di Cesena e la Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo di Ravenna.

Domenica 9 ottobre si parlerà di sport e inclusione con Sara Golinucci e Davide Ceccaroni, e si sperimenterà sul campo il gioco del torball, torneo scolastico senza barriere. Interverrà Carlo Tomasetto, docente in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso l’Università di Bologna (palestra comunale, ingresso gratuito, ore 10.30). Nel pomeriggio due appuntamenti, uno con gli studenti e le studentesse dei licei di Savignano sul Rubicone e Cesenatico, che parteciperanno al laboratorio rap di Moder, ispirato a poesie di Annalisa Teodorani (ore 16, centro culturale Federico Fellini, ingresso gratuito) e un secondo con Lorenzo Gasparrini, filosofo, Giorgia Serughetti, sociologa, e Michela Zucca, antropologa della montagna sul tema De Genere (ore 15.15, centro culturale Federico Fellini, ingresso gratuito). La conclusione della tre giorni è affidata allo spettacolo con improvvisazioni musicali e, a seguire, letture di Annalisa Teodorani (arena centro culturale Federico Fellini, ore 18 ingresso gratuito) e Crista in concerto con Vivo come mi pare, opening di Elisa Genghini (arena centro culturale Federico Fellini, ore 18,30, ingresso gratuito).

Tra gli obiettivi del festival c’è anche quello di promuovere e far conoscere lo sportello Antiviolenza Alba, riferimento per l’accoglienza e l’ascolto delle donne del territorio, aperto presso la casa delle Associazioni Villa Perticari, Corso Perticari 124, a Savignano sul Rubicone (FC) il martedì dalle 10.30 alle 14.30 e il venerdì dalle 9 alle 12 (per l’orientamento al lavoro). Nelle altre giornate sono attivi i Centri antiviolenza Sos Donna di Faenza e Rompi il Silenzio di Rimini secondo il seguente orario: Sos Donna lunedì e venerdì dalle 14.30 alle 18.30 e martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13; Rompi il Silenzio dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Una segreteria telefonica è attiva 24h nelle giornate di chiusura dello sportello. Oltre alla possibilità di colloqui in presenza, Alba è disponibile anche tramite colloqui telefonici o tramite videochiamata per chi lo desidera. Per contatti, informazioni e concordare le modalità di accesso allo Sportello chiamare il 379 1067540 o scrivere a antiviolenzaalba@gmail.com.

“Un confronto tra generazioni quello che ha portato all’ideazione del programma del festival e alla sua realizzazione, convinti che il superamento degli stigmi e delle differenze di genere apra la strada per contrastare la violenza in tutte le sue forme e in particolare quella contro le donne – afferma Lelia Serra, presidente dell’associazione Voce Amaranto -. Un tema quello del genere dove forse i ragazzi hanno molto da dire e dove il confronto tra pari e con le generazioni precedenti può portare un grande arricchimento culturale per tutta la comunità”.

Il Festival De Genere è promosso e realizzato dalla Associazione Voce Amaranto in collaborazione con associazione Exuvia, nell’ambito del progetto Generi e gener-azioni Insieme contro la Violenza dell’Unione Rubicone e Mare, con il sostegno della Regione Emilia Romagna. Al Festival collaborano: Centro Famiglie ASP del Rubicone, Sportello Antiviolenza Alba, Associazione Between, Psicocromatici, Bosco Urban Art Project.

 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply