fbpx
 
 
 

Una troupe statunitense è in città per realizzare un documentario su Marcella Polini, originaria di Cesenatico trasferitasi negli anni 50 negli Usa dove è diventata una star della cucina. Al documentario, che racconterà le sua vita personale e professionale, hanno partecipato anche il figlio Giuliano Hazan e Marta Zani, storica amica e direttrice dal ’73 all’86 dell’Azienda di Soggiorno di Cesenatico con cui Marcella aveva un legame in qualità di ambasciatrice della cucina e della letteratura culinaria Italiana negli Stati Uniti.

Il documentario si chiamerà “Marcella” è diretto dal regista statunitense Peter Miller e è prodotto da Willowpondfilms.

In un’epoca in cui il cibo italiano in America significava salsa rossa e polpette, Marcella ha introdotto milioni di americani alle ricette regionali tramandate da generazioni di famiglie italiane. Il New York Times ha scritto che “l’impatto che la signora Hazan ha avuto sul modo in cui l’America cucina il cibo italiano è impossibile da sopravvalutare”.

 
 
 
 
 

Marcella si è formata come scienziata e, da giovane, non ha mai messo piede in cucina. Un infortunio infantile l’aveva lasciata con un braccio destro ferito, una sfida per il lavoro fisico di preparazione del cibo. Ma dopo essere emigrata a New York negli anni ’50, ha iniziato a cucinare con uno scopo enorme, superando la sua disabilità, intenta a ricreare i suoi ricordi dei sapori che ha vissuto in Italia. Presto, non stava solo cucinando, ma insegnava.

marcella

Quando un’istruttrice di cucina cinese non è più stata in grado di dirigere una classe di casalinghe di New York, Marcella ha preso il sopravvento e ha insegnato ai suoi compagni studenti a preparare invece l’autentico cibo italiano. Si sparse la voce che fosse un’insegnante di talento e in poco tempo Craig Claiborne lodò il suo lavoro sul New York Times.

marcella cesenatico

La pubblicità ha portato a un contratto per lei per scrivere libri di cucina e il suo primo, “The Classic Italian Cook Book”, è stato un successo travolgente. All’inizio degli anni ’70 era una celebrità, a contatto con i più grandi chef del mondo insegnando a migliaia di studenti che venivano a studiare nella sua cucina e influenzando milioni di altri attraverso i suoi libri. Nelle cucine di tutta l’America, le sue ricette hanno iniziato una rivoluzione silenziosa.

A raccontare la sua epopea sarà un documentario che, con ogni probabilità, sarà una perla di quell’italianità diun tempo dal sapore agrodolce.

 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply