fbpx
 
 

Se non fosse per il caro-bollette che ha drasticamente ridotto le marginalità degli operatori turistici, ci sarebbe davvero da brindare. Perché i dati turistici dei primi otto mesi del 2022 fotografano – nonostante le numerose difficoltà congiunturali (in primis la guerra in Ucraina) – l’ottimo stato di salute del turismo di Cesenatico.

Da gennaio ad agosto, infatti, per numero di presenze turistiche, la nostra città in riviera è seconda solo a Rimini. Nello specifico, i numeri parlano di 504.522 turisti totali (+ 28,3% rispetto al 2021 e + 2,3% rispetto al 2019) e di 3.014.856 pernottamenti (+ 25,8% rispetto al 2021 e + 0,1% rispetto al 2019). Cesenatico dunque si conferma al primato indiscusso per la provincia di Forlì-Cesena e alle spalle solo di Rimini tra le località della riviera romagnola.

 
 
 
 
 
 
 

“Sappiamo bene i momenti difficili che abbiamo vissuto a causa dell’emergenza sanitaria e quello che ancora stiamo attraversando con le ripercussioni che arrivano dal conflitto in Ucraina – afferma il sindaco Matteo Gozzoli -, eppure oggi non possiamo che essere felici e soddisfatti dei numeri che fotografano la stagione estiva di Cesenatico e anche il periodo pasquale. Trai tanti dati bellissimi ce n’è uno che mi ha colpito particolarmente: il + 0,1% dei pernottamenti rispetto al 2019, il nostro ultimo anno di “normalità”. Si tratta di un piccolo incremento ma è il segnale più bello a cui attaccarsi e che ci racconta che Cesenatico è tornata a rivivere le sue estati. Con la tradizione turistica e di accoglienza e un’atmosfera che si può trovare solo qui. Aver raggiunto questi risultati ed essere alle spalle solo di Rimini in tutta la Riviera credo sia il frutto di un ottimo lavoro di promozione turistica e della grande collaborazione con tutti i privati che hanno resistito ai momenti più duri e hanno avuto la forza di rilanciarsi ulteriormente insieme ai tantissimi lavoratori stagionali.”

“Abbiamo superato i 3 milioni di pernottamenti, una vetta importante da raggiungere per la nostra città. Dietro un numero ci sono tante cose da raccontare – aggiunge l’assessore Gaia Morara-. Il lavoro di marketing e promozioni targettizzati sulla scelta di nuovi mercati che si sono rivelati vincenti, il nuovo portale di Visit Cesenatico e il lavoro sui social che ha dato risultati eccellenti, gli investimenti fatti nell’advertising, l’interesse delle grandi produzioni cinema e tv e la collaborazione con gli operatori privati che forniscono instancabili un servizio che non è solo lavoro ma è una filosofia di vita. Adesso la sfida è non fermarsi e provare tutti insieme a confermare questi numeri anche nel 2023. Vogliamo migliorarci ancora”. 

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply