fbpx
 
 
 

Quando passare ai pneumatici invernali? La domanda può sembrare estremamente stupida, perché la risposta è abbastanza ovvia: quando arriva l’inverno. Ed è logico, visto che dei buoni pneumatici invernali possono essere paragonati a degli stivali comodi e caldi. L’unica correzione è che gli stivali sono per il comfort e la comodità, mentre la gomma è per la sicurezza durante la guida. D’altra parte, vale la pena notare che, per un motivo o per l’altro, molti automobilisti rimandano l’acquisto o il cambio dei pneumatici invernali. A volte succede per mancanza di conoscenza o per il proverbiale “andrà bene”. Scopriamo insieme quando è il momento di cambiare gli pneumatici e come scegliere i giusti pneumatici invernali.

 
 
 
 
 

Quando passare ai pneumatici invernali?

Come si fa a sapere quando è il momento di prestare attenzione alla propria auto e di farla ricablare. Il primo campanello d’allarme per il gommista è abbastanza ovvio: bisogna prestare attenzione alle previsioni del tempo. Se vedete arrivare le prime gelate, è il momento.

Perché è importante cambiare gli pneumatici prima di allora? Semplice: purtroppo i pneumatici estivi hanno una minore trazione a temperature inferiori ai cinque gradi centigradi. Per la precisione, la trazione può essere ridotta fino al 40%. È necessario tenere presente che a basse temperature il pneumatico estivo diventa piuttosto rigido ed è difficile da guidare.

Tuttavia, è bene tenere presente che non bisogna avere fretta in questa materia. A temperature superiori ai cinque gradi, i pneumatici invernali diventano morbidi, complicando la manovrabilità del veicolo.

Quindi, quale conclusione si può trarre? Vale la pena provare a ricablare il veicolo non appena il clima è sufficientemente fresco (sotto i cinque gradi Celsius). Un’altra cosa importante: a settembre è opportuno pensare alla scelta degli pneumatici invernali. Il fatto è che in questo periodo i prezzi dei pneumatici sono abbastanza accettabili e la scelta è piuttosto ampia. Di conseguenza, un acquisto fatto in tempo salverà il vostro portafoglio da spese inopportune e risparmierà anche i nervi. Inoltre, se vi recate tempestivamente in un negozio di montaggio pneumatici, potrete evitare lunghe code e risparmiare notevolmente il vostro tempo.

pneumatici

Quali pneumatici vale la pena scegliere?

Quando si scelgono gli pneumatici invernali, è necessario considerare il terreno su cui li si utilizzerà. Ogni regione ha le proprie condizioni climatiche, quindi è necessario scegliere la gomma in base a tali condizioni.

Attualmente esistono due tipi di pneumatici invernali: a frizione e chiodati. I primi, a loro volta, si dividono in artici ed europei. Questi ultimi sono adatti all’uso in diverse condizioni atmosferiche. Tuttavia, non si può pretendere che i pneumatici per l’inverno europeo resistano al gelo intenso. Sono progettati per funzionare nel cosiddetto “inverno caldo”. Che cosa significa? Questi pneumatici sono progettati per affrontare il gelo e le precipitazioni leggere. I pneumatici artici sono più resistenti, possono sopportare bene il freddo intenso e, di conseguenza, sono eccellenti per affrontare le strade ghiacciate. Inoltre, questi pneumatici non risentono di bufere e neve. I pneumatici chiodati, invece, sono utilizzati su terreni accidentati. Per esempio, se dovete guidare in campagna tra le derapate e su strade che sono più simili a uno specchio a causa del gelo. Questi pneumatici sono ancora più fuoristrada di quelli artici. Esistono anche norme giuridiche. Ad esempio, se avete intenzione di spostarvi nei Paesi dell’Unione Europea dalla gomma chiodata, dovreste abbandonarla, poiché è vietata nella maggior parte dei suoi Paesi.

Abbiamo quindi compreso le caratteristiche di base. Ma il più delle volte, quando si reca da un gommista, si trova di fronte a una massa di produttori e caratteristiche che non capisce. A quale di essi vale la pena prestare attenzione? Andiamo a fondo della questione.

  • Guardate il battistrada. Se vivete in un ambiente in cui la neve è costante, i pneumatici con battistrada aperto sono una buona scelta. Se le strade ghiacciate e la neve non fanno per voi, optate per un modello meno aggressivo. Osservate attentamente anche il disegno del battistrada: un numero maggiore di celle significa che in condizioni di scivolosità o di neve le ruote aderiscono meglio al fondo stradale.
  • Nei blocchi del battistrada sono presenti piccoli intagli, chiamati lamelle. Maggiore è il numero di tacche, migliore è la trazione sul manto stradale.
  • Naturalmente, è necessario prestare attenzione anche alla composizione della gomma stessa. Alcuni produttori riducono il prezzo della gomma utilizzando gomma di scarsa qualità. Assicuratevi di chiedere al commesso del negozio informazioni sul composto.
  • L’ultima cosa a cui prestare attenzione nelle specifiche individuali è la dimensione della gomma. Deve sempre essere conforme alle specifiche della casa automobilistica. Se vi discostate dalle dimensioni indicate, la vostra sicurezza sarà compromessa.

Infine, vorrei dire che l’errore fondamentale dei piloti nella scelta dei pneumatici è il desiderio di ottenere tutto in una volta. È impossibile pretendere la combinazione di basso profilo e comfort, eccellente trazione e basso assorbimento degli urti e, inoltre, che il tutto costi poco. Ricordate, se un negozio vi promette tutto questo, non comprate la gomma. In realtà, a dire il vero, tale gomma non è ancora stata inventata.

Da dove sono tratte le informazioni:

Consigli per la scelta dei gomme invernali – auto-doc.it

Quando è il momento di passare ai pneumatici invernali – www.automobile.it

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply