fbpx

“Nei giorni scorsi i gruppi consiliari di minoranza si sono espressi riguardo al tema degli eventi e della promozione turistica dimostrando – ancora una volta – di non avere una visione chiara del presente e del futuro di Cesenatico”, interviene il Pd della cittadina.

“L’inizio dell’estate che abbiamo vissuto è stato certamente complicato sotto molti punti di vista; l’alluvione di maggio, l’impennata dell’inflazione e la conseguente contrazione della capacità di spesa di tutte le famiglie italiane e non solo. Bene, per la minoranza ci troviamo davanti a tutte criticità imputabili alla regione Emilia-Romagna e all’attuale Amministrazione Comunale. Ci teniamo a partire da un dato di fatto, numeri limpidi e concreti che non mentono: Cesenatico al 31 luglio – pur registrando un -3,1% di calo sulle presenze del 2022, anno da record – è la terza località dell’intera regione dietro solo a Bologna e Rimini. Non parliamo di opinioni ma di numeri. Questo risultato è il frutto del lavoro e dell’intraprendenza dei privati e della collaborazione costante con l’amministrazione comunale. Già dal precedente mandato e in continuità anche in questo, sono state messe in campo precise strategie di marketing e promozione mirate ai mercati nazionali e internazionali avendo la capacità di dialogare e fare rete con Apt e Visit Romagna. Una sintonia che ha portato Cesenatico a “tenere” durante gli anni dell’emergenza sanitaria, a vivere un 2022 da record e affacciarsi con fiducia a un 2023 che ha visto sì molte difficoltà ma non è stato assolutamente disastro come invece viene narrato. Cesenatico in questi anni ha raggiunto il primato di essere la località più cercata dagli utenti di Facebook e Instagram, ha attirato i colossi di Netflix e Amazon Prime che l’hanno scelta come set di serie importanti, accoglie mensilmente richieste di importanti brand per diventare teatro di spot e campagne pubblicitarie. Questi sono i fatti, comprovati e concreti. Nonostante le difficoltà, non c’è stata contrazione negli investimenti per la promozione e si è già al lavoro per confermarsi nel 2024″, sono le parole di Valentina Montalti, segreteria del Partito Democratico di Cesenatico.

“Di recente sono anche cominciati i lavori della nuova DMO, un organismo utile per migliorare ancora il dialogo tra amministrazione e associazioni di categoria. La DMO si muove con fondi municipali ascoltando i suggerimenti di tutti gli attori in campo. Presente, illustra e spiega ogni scelta e ogni mossa ben prima di metterla in pratica nella totale e consueta correttezza e trasparenza. Settembre è appena cominciato con il Triathlon e fino al 24 settembre – week-end della Nove Colli – sono già programmati eventi sportivi e non solo. Queste manifestazioni sono organizzate da società sportive ma sostenuti economicamente sia dal Comune che da Visit Romagna: parliamo di promozione, di contributi, di logistica, di supporto. L’amministrazione è già al lavoro per un nuovo grande evento sportivo internazionale da programmare nel mese di maggio e intanto sta lavorando duramente per prepararsi al 30 giugno 2024: da Cesenatico partirà una tappa del Tour de France, il terzo evento sportivo più seguito dopo le Olimpiadi e i Mondiali di Calcio. Quella domenica la nostra città sarà trasmessa in contemporanea su tutti i televisori e gli smartphone del pianeta.  Fanno sorridere i continui riferimenti al PUG e alla Città delle Colonie di Ponente. Basta ricordare che nel quartiere partiranno cantieri pubblici per 6 milioni di euro. La città pubblica in quella parte di Ponente sta per cambiare e siamo sicuri che sarà da apripista per numerosi interventi privati. C’è sempre tanto lavoro da fare, e lo si può fare ancora meglio, di questo bisogna essere consapevoli e fare di tutto per continuare a crescere. I risultati di una destinazione sono il frutto del lavoro della parte pubblica e dei tanti bravi operatori turistici presenti sul nostro territorio. Negli anni più complessi come questo occorre puntare forte sulla strategia che stiamo sviluppando da tempo per rafforzare i segmenti del turismo balneare e connotarci sempre più come borgo marinaro unico nel suo genere e come località vicina allo sport e alla vacanza all’aria aperta”, è il commento di Mario Drudi, capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale.

Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply