fbpx

Grandi emozioni, giovedì sera, per Roberto Donadoni, ultimo nome ad iscriversi nel prestigioso albo d’oro del premio “Azeglio Vicini”. Ma gli applausi più fragorosi del pubblico del Panathlon Club Cesena sono stati per Alberto Zaccheroni, alla sua prima uscita pubblica dopo l’incidente domestico che lo ha tenuto in ospedale per diverse settimane.

L’allenatore di Cesenatico è apparso in buone condizioni, come lui stesso ha confermato, anche se prosegue il periodo di riabilitazione. 

Poi, di fronte ad una platea di 225 ospiti, è stata la volta di Roberto Donadoni, che ha avuto parole di sincero affetto per Vicini: “E’ stato come un padre per me e ricordo bene le sue parole piene di affetto e profondità prima delle partite. Erano parole che ci davano spinta e coraggio: tatticamente o tecnicamente, magari aveva meno conoscenze di quelli venuti dopo, ma era uno che sapeva dirti le parole giuste e scendevi in campo pronto a dare tutto”.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply