fbpx
 
 

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì, nell’ambito di specifiche attività di controllo economico del territorio, hanno sequestrato – nel corso di un’operazione svolta a Savignano sul Rubicone, insieme alla Polizia Locale dell’Unione Rubicone e Mare, 1,3 chilogrammi di hashish e 58 grammi di cocaina, procedendo all’arresto di una persona.

Si tratta di un 37enne di origine marocchina, con trascorsi specifici in materia di stupefacenti. All’interno del garage dell’uomo, ubicato nella prima periferia savignanese, gli agenti della Polizia Locale dell’Unione Rubicone e Mare e i finanzieri della Tenenza di Cesenatico hanno rinvenuto l’importante quantitativo di droga.

guardia di finanza

L’operazione – che si colloca in una più ampia cornice d’interventi coordinati dalla locale Prefettura a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica nella provincia – è stata svolta, in particolare, nell’ambito di un’attività di servizio che Fiamme Gialle e Polizia Locale hanno pianificato al fine di contrastare i fenomeni delle locazioni in nero e dell’abusivismo edilizio, anche sulla scorta di alcune segnalazioni di cittadini del posto, che lamentavano un insolito via vai in zona di persone di origine extracomunitaria a diverse ore del giorno e della notte.

All’ingresso nel locale – peraltro abusivamente trasformato in abitazione, motivo per cui il proprietario è stato denunciato per abusivismo edilizio e sarà, altresì, sanzionato per la locazione in nero – i finanzieri cesenaticensi e gli agenti municipali, supportati anche da una pattuglia della Polizia Locale di Cesena, hanno accertato che la relativa occupazione faceva capo a due soggetti di nazionalità marocchina; il 37enne e un altro uomo, entrambi con regolare permesso di soggiorno.

Alle prime richieste di spiegazioni, il primo dei due ha mostrato segni di insofferenza e nervosismo che hanno convinto gli operanti ad approfondire i controlli e a perquisire il garage.

Sono stati così rinvenuti, dapprima due piccoli involucri contenenti la cocaina nascosti in un tavolino e, successivamente, all’interno dell’autovettura del più giovane, ben occultato nel vano destinato alla ruota di scorta, tra svariati indumenti e attrezzi, l’ulteriore quantitativo di droga, ripartito in tredici panetti pronti per lo spaccio.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nel corso dell’intervento – durante il quale il 37enne ha tentato la fuga dopo una breve colluttazione con un agente della polizia locale che ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni – sono stati, altresì, rivenuti e sottoposti a sequestro un bilancino di precisione, materiale utile al confezionamento della droga e quattro smartphone privi di sim.

Il giovane marocchino – arrestato per i reati di resistenza e lesioni a un pubblico ufficiale e illecita detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio – è stato subito messo a disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Forlì, che ne ha disposto il giudizio direttissimo.

All’esito del giudizio, la competente Autorità Giudiziaria ha convalidato la misura restrittiva nei riguardi del medesimo e disposto la custodia cautelare in carcere.

Per il principio della presunzione d’innocenza, lo stesso non potrà essere ritenuto colpevole dei reati ascrittigli sino a quando la sua responsabilità non sarà definitivamente accertata con sentenza irrevocabile di condanna.

Si stima che la droga, laddove fosse arrivata sul mercato del consumo, avrebbe potuto fruttare oltre trentamila euro.

L’operazione condotta testimonia come resti sempre alta l’attenzione e continuo l’impegno del Corpo – in sinergia con gli altri attori istituzionali – nella lotta al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti e, più in generale, nel pattugliamento economico-finanziario del territorio, a tutela della legalità e della sicurezza degli stessi cittadini.

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply