fbpx
 
 

L’addio di Cesenatico, del mondo della politica, della sanità e dell’imprenditoria a Giovanni Bissoni. Questo pomeriggio si è celebrata la cerimonia laica di saluto all’ex sindaco di Cesenatico, nell’area cortiliza del Museo della Marineria.

Tanti i cittadini che hanno voluto rendere omaggio a Bissoni. Tra loro anche diversi volti noti della politica: dall’ex Ministro della Sanità, Roberto Speranza all’ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi; dall’ex Ministro della Sanità, Rosy Bindi all’ex Ministro e fondatore del Pd, Pier Luigi Bersani, fino all’ex presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani. E ancora il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini; l’assessore regionale alla sanità, Raffaele Donini; l’ex deputato Roberto Pinza; il direttore generale dell’Ausl Romagna, Tiziano Carradori; gli ex sindaci di Cesenatico Luciano Natali e Nivardo Panzavolta; il sindaco di Bertinoro, dove Bissoni viveva, Gessica Allegni; il sindaco di Cesena Enzo lattuca; il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale; l’ex sindaco di Cesena, Paolo Lucchi e la Giunta al completo di Cesenatico.

La cerimonia è stata aperta dal sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli: “Pochi giorni fa, Giovanni mi ha chiesto di intervenire in questa occasione. E’ un onore e un onere. Giovanni ha lasciato un segno indelebile nella città di Cesenatico. Raccontare chi era Giovanni è impresa difficile e complicata; è stato sindaco, assessore regionale, fratello e amico. Lo scorso maggio abbiamo celebrato insieme le nostre vele al terzo, una cerimonia che ha chiuso il cerchio di recupero di questo borgo marinaro, voluto proprio da Giovanni Giovanni Bissoni è stato il più bravo di tutti, per talento, visione, grinta e generosità. Grazie Giovanni, Cesenatico sarà sempre la tua città”.

Il primo cittadino di Cesenatico ha poi aggiunto, che Bissoni ha lasciato alla città di Cesenatico, parte della sua collezione di opere d’arte.

Dopo l’intervento del sindaco Matteo Gozzoli, è stata la volta dell’ex sindaco Luciano Natali e dell’ex presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani.

 
 
 
 
 
 
 

Giovanni Bissoni ha ricoperto il ruolo di primo cittadino di Cesenatico dal 1977 al 1979 e poi dal 1983 al 1990. Da una sua intuizione nacque il Museo della Marineria divenuto poi caposaldo della vita culturale di Cesenatico e sempre per sua volontà, l’amministrazione prese in affitto dal Comune di Cesena i terreni per realizzare il Parco di Levante, ancora oggi polmone verde e centro di aggregazione per cittadini e turisti.

Bissoni si affermò a Cesenatico, ma non si fermò di certo qui. Laureato in architettura, dopo il lavoro nella sua città iniziò una lunga carriera: fu eletto consigliere regionale in Emilia Romagna dove fu prima vice-presidente della Commissione consiliare territorio e ambiente e presidente della commissione Bilancio e Programmazione ma soprattutto assessore alla sanità per ben quindici anni. È stato anche membro del CDA di AIFA, autorità nazionale competente per l’attività regolatoria dei farmaci in Italia e dal 2014 al 2017 ha lavorato come subcommissario alla sanità per la Regione Lazio.

Bissoni è stato un militante del PCI, partito di cui faceva parte quando è stato sindaco di Cesenatico. In seguito, ha ricoperto i ruoli in regione Emilia Romagna con il PDS prima e i DS poi prima di concludere la sua carriera politica all’interno del Partito Democratico.

 

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply