fbpx

Sui social e conosciuto come Matthew on the road, motociclista instancabile alle prese con il giro del mondo. Nella vita normale invece è Matteo Nanni, Riminese classe 83 di professione agente della Polizia Locale del Comune di Cesenatico, ora pronto per far riprendere forma al suo ambizioso progetto: le ruote della sua moto punteranno a breve ad esplorare il Sud America ed in particolare paesi quali Uruguay, Cile e Argentina.
Partenza prevista per il 6 novembre, durata un mese e mezzo circa per raggiungere la Fin del Mundo nella Terra del Fuoco dal porto di Montevideo, dove è da diversi mesi “parcheggiata” la moto, per poi tornare a nord fino a Buenos Aires lungo una differente Ruta.

Da novembre 2018 infatti Matteo, in sella alla sua vecchiotta Honda Transalp ha percorso circa 61.000 km attraverso Europa, Medio Oriente, India, Sud Est Asiatico,
Nuova Zelanda e Australia realizzando il viaggio in tre step dettati da periodi lavorativi e cause di forza maggiore come il noto Covid-19. Il progetto vede quindi l’attraversamento di tutti i continenti (rimangono le Americhe e l’Africa) con priorità alle nazioni e ai luoghi non visitati nei precedenti viaggi zaino in spalla. “Ogni tour vede l’attraversamento di una porzione di mondo – spiega Matteo Nanni – essendo il tutto autofinanziato, alterno i miei raid motociclistici al lavoro che da ormai due anni mezzo mi vede impegnato nel corpo di Polizia Locale del Comune di Cesenatico dove, assieme ai miei colleghi diventati già da tempo anche amici, faccio parte del nucleo antiabusivismo-antidegrado”.
L’avventura prevede una certa organizzazione logistica-burocratica, soprattutto per quando riguarda l’importazione temporanea della moto con targa italiana nei vari paesi, ma il più è dettato dall’improvvisazione e da ciò che la strada “donerà” al centauro.

Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply