fbpx
 
 

Che le foibe siano una tragedia ancora viva nella memoria collettiva non e’ certo una sorpresa. Ma quello striscione, scritto a caratteri cubitali, appeso sulla recinzione dell’Istituto di Ragioneria non e’ comunque passato inosservato. 

“Foibe: io non scordo!” ha scritto una mano anonima per commemore il Giorno del Ricordo, solennità civile nazionale che ricorre ogni 10 febbraio. Istituita nel 2004 in memoria delle vittime delle foibe e l’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra, la ricorrenza e’ stata celebrata ieri in tutta Italia con diverse iniziative.

 
 
 
 
 
 
 

Anche il sindaco Matteo Gozzoli, in un post social, ha voluto dedicare un pensiero a questa ricorrenza: “Oggi – ha scritto ieri il primo cittadino di Cesenatico – è Il Giorno del Ricordo dedicato alla memoria. Il nostro Paese con responsabilità ha scelto di non rimuovere o dimenticare nessuna pagina nera della sua storia, per far sì che quegli orrori non si ripetano”.

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply