fbpx

Lo scorso14 maggio il Questore di Forlì-Cesena ha emesso, su richiesta dei carabinieri della Compagnia di Cesenatico, il primo “ammonimento per atti persecutori” riconducibili ad atti di bullismo, perpetrati da un giovane non ancora 14enne di una scuola secondaria di primo grado del comprensorio di Cesenatico, nei confronti di un suo coetaneo.

La misura scaturisce dalla richiesta avanzata dai genitori del minorenne che, dopo avere appreso delle continue vessazioni cui era sottoposto quotidianamente il proprio figlio da parte di un suo compagno di scuola, consistenti in ingiurie, derisioni, percosse e danneggiamenti di alcuni beni, hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri locali.

Gli immediati accertamenti eseguiti dai militari, hanno fatto emergere chiaramente la situazione di continuo disagio alla quale era sottoposto quel ragazzo a scuola da parte del suo compagno di classe che, tra l’altro, in più occasioni aveva avuto comportamenti inadeguati e anche poco rispettosi nei confronti degli altri compagni di classe e dei docenti.

Il provvedimento, notificato al minore alla presenza dei genitori, ai quali è stata applicata anche una sanzione amministrativa pecuniaria in quanto tenuti a vigilare sul comportamento dei propri figli, è uno dei primissimi provvedimenti adottati a livella nazionale a carico di un ragazzo infra-quattordicenne.

Dal Comando Provinciale di Forlì-Cesena e dalla Questura fanno sapere che sarà sempre profuso il massimo impegno da parte dei propri operatori di polizia, per dare sostegno a tutte le famiglie costrette, loro malgrado, a vivere situazioni di “bullismo”.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply