Tutti i numeri della Divina Commedia

Giovedì 7 dicembre (ore 16) nella Legnaia di Casa Moretti, l’Università per gli Adulti organizza una conferenza dal titolo «Dante e la cabala». La conferenza sarà tenuta dal prof Angelo Chiaretti.

Nella Divina Commedia ripetuti e importanti sono i riferimenti ai numeri, che corrispondono a una duplice funzione: strutturale e simbolica. Dante utilizza nella sua opera terzine incatenate di endecasillabi; inoltre il poema consta di cento canti distribuiti in tre cantiche (Inferno, Purgatorio, Paradiso), ognuna delle quali a sua volta è costituita da trentatre canti, più un canto di introduzione all’intero testo. L’Inferno è caratterizzato da nove cerchi, il Purgatorio da sette cornici (per un totale di nove zone se si considerano l’Antipurgatorio e il Paradiso Terrestre) e il Paradiso da nove cieli mobili, racchiusi in un decimo cielo, immateriale immobile, denominato Empireo. Tutti questi numeri non sono casuali: essi rispondono a una trama simbolica che risultava visibile al lettore medievale. I numeri che si ripetono maggiormente nel poema sono l’uno, il dieci, il tre, il nove e il sette.

La conferenza è organizzata dall’Università per gli Adulti in collaborazione con il centro sociale Anziani Insieme, con il patrocinio del Comune di Cesenatico.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *