Chiude il Posto estivo di Polizia

Lunedì 19 agosto si è chiuso il Posto di Polizia estivo di Cesenatico, comandato negli ultimi 15 giorni dal Sostituto Commissario, Paolo Di Masi. Per assicurare un elevato standard di sicurezza sul territorio, in questa fase di massimo afflusso di turisti, sono state incrementate le pattuglie sia in divisa, per ingenerare nelle persone un maggior senso di sicurezza, sia in abiti civili, per monitorare le situazioni più a rischio e poter disporre, in caso di necessità, di un intervento immediato.

Nell’ambito del progetto “E…. state al sicuro” e delle direttive impartite dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, recepite con circolari del Questore della Provincia di Forlì – Cesena, mirate a intensificare l’azione preventiva di contrasto dei reati in genere soprattutto di quelli che in questo periodo risultano maggiormente insidiosi, quali quelli predatori, lo spaccio di sostanze stupefacenti, la contraffazione e l’abusivismo commerciale, il Posto di Polizia di Cesenatico ha messo in campo una serie di servizi mirati alla prevenzione dei delitti in generale.

Contrasto ai reati predatori. Sotto il profilo della prevenzione e repressione dei delitti contro il patrimonio, furti di vario genere, rapine, truffe agli anziani… si segnalano i numerosi servizi svolti, anche con posti di controllo (in alcuni casi effettuati con l’ausilio del personale del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna), che hanno permesso di monitorare una serie di soggetti pregiudicati per reati specifici che potevano maggiormente destare sospetti circa la loro presenza sul territorio. Una certa attenzione è stata rivolta anche al fenomeno delle truffe e ai furti con destrezza compiuti perlopiù in danno di ignari automobilisti o di esercizi commerciali.

E proprio partendo da una segnalazione circa un furto compiuto nella zona di viale Carducci è partita un’attività investigativa che ha portato a trarre in arresto una coppia di giovani di etnia Sinti, per un furto in una profumeria (clicca qui per leggere l’articolo). Dopo l’arresto di questi due giovani gli investigatori della Polizia hanno svolto alcuni approfondimenti investigativi che hanno permesso di far emergere un ulteriore e stesso reato, commesso dal giovane responsabile del delitto in danno della profumeria (clicca qui per leggere l’articolo).

Sempre nel campo della prevenzione e repressione dei reati predatori sono state individuate due donne, verosimilmente legate da parentela che, in due distinte circostanze, hanno truffato e poi tentato di truffare un commerciante di Cesenatico. Le due donne sono state denunciate per truffa e per tentata truffa (clicca qui per leggere l’articolo).

Da segnalare anche il rintraccio di un giovane, pregiudicato anche per reati contro il patrimonio, sottoposto alla misura alternativa alla detenzione dell’affidamento in prova ai servizi sociali con una serie di obblighi da rispettare, tra cui quello di non allontanarsi dal comune di residenza, che è stato trovato in compagnia di soggetti con precedenti penali.

Controllo strutture ricettive. I poliziotti hanno svolto alcune verifiche negli hotel della riviera per verificare la regolarità delle comunicazioni sugli alloggiati, la presenza di soggetti per qualche motivo segnalati all’autorità giudiziaria e le condizioni delle strutture. In uno di questi controlli è stato rintracciato in un albergo un cittadino romeno a cui, da tempo, doveva essere notificato un decreto penale di condanna per un furto. Queste verifiche hanno anche permesso di risolvere situazioni intricate legate perlopiù alla presenza di soggetti che in qualche modo avevano una pendenza con la giustizia, ma anche risolvere casi più intricati quali quello di un padre tedesco in vacanza con la figlia di 8 anni su cui gravava una segnalazione emessa dalla Germania per un problema di autorizzazioni al suo viaggio in Italia con la minore.

Da ultimo, da una verifica unitamente a personale della Polizia Locale di Cesenatico, in un hotel di Valverde, sono state riscontrate irregolarità di ogni genere (clicca qui per leggere l’articolo).

Lotta allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti. Attenzione è stata prestata al fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanza stupefacente, soprattutto nella zona dei Giardini al Mare, con servizi mirati che hanno permesso di trarre in arresto per detenzione ai fini di spaccio, per un totale di circa 86 grammi di marijuana, un giovane di Cesenatico (clicca qui per leggere l’articolo).

Fenomeno dell’abusivismo commerciale. Anche quest’anno è stata incrementata la lotta al fenomeno dell’abusivismo commerciale. Il Posto di Polizia ha coordinato un servizio straordinario contro la vendita di prodotti contraffatti con l’impiego di pattuglie dipendenti, di una pattuglia della Polizia Locale di Cesenatico e tre equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine di Bologna. In particolare sono state sequestrate diverse magliette con marchi contraffatti (clicca qui per leggere l’articolo).

Numerosi sono stati anche i rinvenimenti da parte degli agenti di oggetti di ogni genere poi restituiti ai legittimi proprietari; hanno destato particolare interesse soprattutto gli smarrimenti di borse, borselli e portafogli da parte di distratti turisti; in un caso parliamo di somme che si aggirano sui 1.000,00 euro.

Il personale del Posto di Polizia ha assicurato anche le verifiche di frontiera sulle persone che hanno usufruito del traghetto in partenza per la Croazia dal molo di Cesenatico.

I numeri. Nell’ambito dell’attività svolta dal Posto di Polizia di Cesenatico, nel periodo dal 3 al 19 agosto 2019, sono state tratte in arresto 3 persone per furto in concorso e per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Sono state denunciate in stato di libertà 5 persone: una per furto aggravato in concorso, 3 per truffa e una per lesioni.

Nel complesso sono state impiegate oltre 73 pattuglie sul territorio, oltre 150 uomini che hanno garantito anche 16 pattuglie antirapina. Sono stati effettuati 20 posti di controllo; 170 le persone identificate, mentre i controlli di frontiera ha coinvolto 1873 soggetti; 83 i veicoli controllati, sono stati eseguiti 28 interventi da parte delle Volanti.

L’accesso agli esercizi pubblici sono stati 6, in strutture ricettive ed esercizi commerciali.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *