Regionali: le affluenze ai seggi. L’Emilia Romagna ha scelto il nuovo presidente della Regione e il Consiglio Regionale. Il voto è particolarmente atteso per gli effetti che potrebbe avere sulla stabilità del governo giallo-rosso, ma si annuncia una battaglia all’ultimo voto tra Bonaccini e la Borgonzoni (clicca qui per gli exit pool e le proiezioni).

Le affluenze.

Ore 23. I cittadini di Cesenatico che si sono recati alle urne sono stati in totale 14050 su 21175 elettori (66.35%), mentre alle precedenti regionali del 2014 furono il 37,83% degli aventi diritto. L’affluenza finale alle comunali del 2015 fu del 64,02%, mentre per le politiche del 2018 il 78,75% (clicca qui per i risultati delle affluenze a Cesenatico).

Forlì-Cesena registra un’affluenza di 67,50%, Ravenna di 69,71%, a Rimini 63,49%, a Bologna affluenza record del 70,98%.

In Emilia Romagna l’affluenza è di 67,67% contro il 40,20% alle regionali del 2014.

Ore 19. A Cesenatico l’affluenza alle urne per le elezioni regionali in Emilia Romagna è stata del 58,34%, alla stessa ora nella precedente consultazione di riferimento nel 2014 era del 30,92%. I cittadini che andarono a votare, alla stessa ora, per le comunali del 2015 furono il 46,54%, mentre alle politiche del 2018 il 65,9%.

Il dato delle precedenti elezioni regionali – il 23 novembre 2014 – in Emilia Romagna segnò un record negativo con una bassissima affluenza alle urne che, al termine delle votazioni, la cifra definitiva dell’affluenza raggiunse appena il 37,67%. Le elezioni si erano svolte in un clima di polemiche che videro al centro di una bufera giudiziaria la precedente giunta regionale. Lo stesso presidente uscente di allora, Vasco Errani, si era dimesso il 23 luglio 2014 dopo la condanna in appello per falso ideologico nell’inchiesta Terremerse. Errani fu poi assolto con formula piena due anni dopo perché “il fatto non sussiste”.

Stesso trend positivo anche nella provincia di Forlì-Cesena con 59,38% (in particolare del 60,36 a Cesena e del 59,64 a Forlì), alle ultime regionali il dato alla stessa ora si era fermato a 30,02%. In provincia di Ravenna l’affluenza è stata pari al 60,67%, a Rimini del 54,55%, in provincia di Bologna affluenza al 61,88.

L’affluenza alle urne in Regione si attesta al 58,82, continua il trend positivo rispetto al 30,89% alla stessa ora nella precedente consultazione di riferimento.

Ore 12. Le prime affluenze a Cesenatico si attestano su 22,49%. Un dato che registra un’impennata rispetto alla stessa ora delle elezioni regionali del 2014 quando l’affluenza si fermò al 10,19%, alle comunali del 2016 i cittadini che si erano recati alle urne furono il 20,5%, dato leggermente in aumento per le politiche 2018: 21,21%.

L’asticella dell’affluenza si impenna in tutta la provincia di Forlì-Cesena con 23,55% (in particolare del 23,58 a Cesena e del 24,61 a Forlì), alle ultime regionali il dato alla stessa ora si era fermato a 10,09%. In provincia di Ravenna l’affluenza è stata pari al 23,67%, a Rimini del 19,86% (la più bassa della Regione), in provincia di Bologna affluenza al 24,97 con Imola che si stabilizza al 25,53%.

L’affluenza alle urne in Regione è stata del 23,44%, più che raddoppiata rispetto al 10,77% alla stessa ora nella precedente consultazione di riferimento nel 2014.

 
 

Recent Posts / View All Posts

Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply