Purtroppo Steven Babbi ha dovuto lasciarci. Era la mascotte della città della lotta alla malattia. Ecco come la Siropack ha annunciato la triste scomparsa: “Se n’è andato così come ha sempre vissuto, affrontando ogni momento con positività, forza e immensa determinazione. Steven ha amato la Vita fino all’ultimo istante, e noi non abbiamo potuto fare a meno di amare Lui, sin dal primo giorno in cui ha messo piede nella nostra azienda.

In questi anni abbiamo condiviso momenti felici e difficili, cadute e risalite, e al termine di questo viaggio l’eredità che Steven ci lascia è un qualcosa di ben più grande del mestiere che noi abbiamo insegnato a Lui. Il Suo sorriso contagioso, la Sua innata forza nel gettare il cuore oltre l’ostacolo, la Sua capacità di empatizzare ed aiutare gli altri, il non lamentarsi mai anche negli ultimi momenti di vita hanno acceso una fiamma in ciascuno di noi che non si spegnerà nemmeno davanti a questa tremenda perdita”.

Steven Babbi

“Lotteremo anzi con ancor maggiore determinazione per tenere viva la Sua testimonianza e dare voce alla richiesta di escludere dal limite di 180 giorni di malattia retribuita annuale tutti i malati oncologici, per restituire a ciascun lavoratore quella dignità che Steven ha dimostrato fino alla fine, e per far sì che il nostro Paese destini più fondi alla ricerca, affinchè i nostri malati possano avere una maggiore speranza di vita.

Stich, ora sei libero dalle catene e potrai venire a trovarci tutte le volte che vuoi, prodigandoTi con il Tuo carrello in magazzino e scherzando con i colleghi. Le porte dei nostri cuori saranno sempre aperte per Te. Ti vogliamo bene”.

 
 
Please follow and like us:
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Lascia un commento