Il Governo ha sentito le parti sociali e dalle prime indiscrezioni ha scelto la strada della concertazione per le nuove restrizioni dopo il 13 aprile. Il presidente del consiglio firmerà a breve il nuovo decreto: poche le deroghe previste: una di queste riguarderà librerie e cartolerie, che riapriranno i battenti da martedì 14 aprile.

“Il lockdown durerà fino al 3 maggio”, hanno detto i sindacati dopo l’incontro col Premier. “Il presidente del Consiglio ci ha confermato che, ad oggi, non ci sono ancora le condizioni per far ripartire le attività sospese”. E ancora Conte ha spiegato: “Riaprendo, vanificheremmo i risultati”.

Quindi sembra si vada verso un prolungamento fino al 3 maggio delle misure di isolamento. Una frenata frutto della linea di massima prudenza espressa ieri dal comitato tecnico-scientifico del ministero della Salute. Saranno possibili solo alcune deroghe per piccole attività legate alla filiera agroalimentare, sanitaria, farmaceutica, sempre rispettando le misure di distanziamento sociale.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento