In pochi se ne sono accorti ma a Cesenatico è già partita la più bizzarra delle campagne elettorali. Quella che, almeno per il momento, vede in lizza un unico contendente.

Tre mesi dopo l’annuncio del Pd (“Matteo Gozzoli è il nostro candidato”), sul ring elettorale, saltella a mani basse un unico sfidante. Il centro-destra, infatti, malgrado l’endorsement a Roberto Buda, non ha ancora comunicato ufficialmente il nome del suo candidato e, dunque, paradossalmente, la campagna elettorale è partita con un uomo solo al comando.

Gozzoli, va detto, ha atteso fino all’ultimo di conoscere il suo antagonista. Poi, con il passare del tempo, ha deciso di iniziare la campagna elettorale da solo. Partiti i tradizionali tour al mercato cittadino e partito il “porta a porta” nelle aziende del territorio (ieri la visita alla “Righetti Navi” e “Boni Motori Marini”).

 
 
 
 

E’ probabile che abbia già pensato a slogan, depliant, programma e manifesti elettorali, ma giustamente temporeggia perché che senso ha duellare con un’ombra? Una situazione – va detto – molto strana anche per lui perché – come diceva Virginia Wolf – “è molto più difficile combattere un fantasma che un avversario in carne ed ossa”.

E così, a tre mesi dall’urna – sempre che il Covid non ci metta lo zampino e posticipi il tutto a dopo l’estate – Cesenatico vive la sua diciannovesima campagna elettorale in maniera stravagante. Da una parte un sindaco pronto a duellare, dall’altra il silenzio di chi non sembra avere fretta.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 

Leave a Reply