In tempo di Covid, tutto sta cambiando, ma cosa può fare l’impresa turistica per ripartire, continuare a crescere e rimanere sul mercato? Da questi interrogativi parte il percorso di valore, il master, la “cassetta degli attrezzi” per mettere in pratica un piccolo cambiamento, proposto da M71, l’azienda di Cesenatico che opera nel mondo della consulenza e formazione anche per le aziende e i professionisti del campo turistico.

Un percorso di alta formazione con docenti specializzati e ricercatori, per stimolare processi di cambiamento e innovazione. E proprio in questi due aspetti si trova la risposta:

  • innovazione di pensiero, idee e progetti
  • cambiamento, la necessità di re-inventarsi per rimanere sul mercato da protagonisti. Quindi, innovare e poi innovare ancora, senza via di scampo, se si vuole continuare a esistere e crescere.

Ecco allora il ciclo di seminari che M71 ha ideato per affrontate con successo il post pandemia. Il filo rosso dell’innovazione attraversa il percorso, con un approccio rivolto alle soluzioni sul cosa e sul come fare.

M71 - turismo
 
 
 

“Il turismo e le sfide dei prossimi mesi. Innovazione nel turismo”: questo il titolo del corso, in programma da mercoledì 3 marzo, suddiviso in cinque moduli, dedicato a:

  • Innovazione e cambiamento. Perché innovare? Dove innovare? Come innovare?
  • Serve un piano per business. Un po’ di conti
  • Selezionare e organizzare un team di successo. Valorizzare e motivare le persone
  • Extreme Customer Centricity. L’impresa guidata dal cliente
  • Selling without selling Le nuove frontiere della vendita fra off line e on line.

I partecipanti che prenderanno parte a tutti i seminari potranno usufruire di un bonus speciale: un incontro di coaching della durata di 2 ore, effettuato successivamente al periodo estivo.

Per informazioni e iscrizioni al corso di M71 – via Aurelio Saffi 83 – Cesenatico. Telefono 0547 80645 interno 2 – formazione@metodo71.it – www.metodo71.it.

turismo innovazione formazione

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply