I giochi online possono essere un ottimo passatempo, in grado di intrattenere anche il giocatore più esigente. Infatti, tantissimi italiani si sono avvicinati a questo settore durante la pandemia. Ma ci si può davvero fidare? Sì, se si sceglie un sito sicuro e certificato. Molti utenti determinano l’affidabilità di un portale esclusivamente dalla data di fondazione, ma anche i nuovi casinò online sono validi se rispettano alcuni parametri.

Aumentano i giocatori con la pandemia

La necessità di regole rigide e precise si fa sentire soprattutto in seguito ai mesi di pandemia, durante i quali il gioco d’azzardo è “esploso” raggiungendo numeri record. Secondo l’ultimo report stilato da Assoutenti, un’associazione no profit per la tutela dei consumatori, anche nei periodi di lockdown il 40% dei giocatori usciva di casa per giocare in tabaccheria. Un intervistato su tre ha anche dichiarato di aver aumentato le giocate online, tramite i siti di casinò. Infine, l’11,3% dei giocatori rivela di aver iniziato a giocare online proprio durante l’isolamento. E per quanto le vaccinazioni stiano procedendo con regolarità e il Paese si stia preparando a una riapertura, è irrealistico pensare di vedere un’inversione del trend in un prossimo futuro. È fondamentale quindi che questi nuovi giocatori vengano indirizzati verso casinò online sicuri.

I controlli ufficiali in Italia

Per quanto gli utenti debbano stare attenti, gran parte del lavoro la fa l’Agenzia Dogane e Monopoli. È infatti l’unico organo statale italiano preposto al controllo e alla regolamentazione del settore gambling. Qualsiasi operatore voglia entrare nel mercato italiano, deve necessariamente possedere la certificazione rilasciata da questo ente per essere inserito nella lista dei casinò online AAMS (oggi chiamata ADM). È per questo motivo che i casinò online italiani sono considerati tra i più sicuri al mondo.

agenzia dogane monopoli
 
 
 
 

Come valutare se un casinò online è sicuro

Come si può valutare l’affidabilità di un casinò online? Quali parametri deve rispettare un sito per essere a norma di legge? I seguenti criteri permettono di separare i casinò sicuri dalle truffe.

Sito in regola

Per prima cosa, basta dare un’occhiata al sito per capire se si tratta di un casinò online affidabile. Deve essere ben costruito e funzionante, deve avere una pagina dedicata alla privacy e una dedicata ai contatti o all’assistenza. In più, si può verificare la presenza di un’applicazione per smartphone e controllare le recensione di essa.

Servizio clienti

Un altro punto fondamentale è il servizio di assistenza, che deve offrire più modalità di contatto. Il minimo è un indirizzo e-mail e un numero di telefono, ma alcuni siti offrono anche una Live Chat. Punti in più se è in italiano: in questo modo si evitano malintesi.

Metodi di pagamento e prelievo

I casinò in regola offrono diversi metodi di pagamento e di prelievo, e comprendono i circuiti più popolari come VISA, Mastercard, PayPal e Paysafecard. Se un sito richiede metodi “alternativi” per caricare il proprio saldo, come ricariche o carte regalo, è meglio diffidare.

Vincite e promozioni realistiche

I giocatori sono sempre a caccia dell’indice RTP (ritorno al giocatore) più alto e delle offerte più vantaggiose, ma non è tutto oro quello che luccica. A volte gli utenti, accecati da queste esagerazioni, donano i propri dati a siti fasulli. Nei casi peggiori, a pagine di phishing che rubano i dati inseriti.

Promozione del gioco responsabile

Infine, i casinò online sicuri hanno a cuore la salute dei propri utenti: spesso partecipano a campagne di sensibilizzazione verso la ludopatia, ovvero la dipendenza da gioco, e promuovono il gioco responsabile.

Controllare un casinò online tramite l’Agenzia Dogane e Monopoli

L’ADM (Agenzia Dogane e Monopoli) permette di verificare facilmente l’autenticità di un operatore. Basta accedere al sito dell’ADM e controllare il numero di licenza che il casinò deve riportare sul proprio sito. Il risultato della ricerca deve mostrare:

  • il nome e l’indirizzo dell’operatore;
  • il logo e il nome dell’ente regolatore;
  • il numero di licenza valido.

Se uno di questi elementi dovesse mancare o i dati fossero diversi tra i due siti, con ogni probabilità si è di fronte a un operatore fraudolento. Come anticipato, questa occorrenza è abbastanza rara, in quanto i controlli sono rigorosi.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 

Leave a Reply