Definirlo l’evento più atteso dell’estate sarebbe riduttivo. La Notte Rosa, da sempre, costituisce il simbolo dell’energia e della libertà che l’estate porta con sé. Ed ecco che quest’anno ritorna carica di sorprese e pronta a stupire il pubblico della Riviera.

Cesenatico in particolare si colorerà per andare in scena con uno spettacolo in grado di riunire persone e mondi attraverso divertimento e musica.

Questa volta, però, la località ha voluto veramente fare le cose in grande: Notte Rosa e Festa di Garibaldi si uniranno per creare un lungo momento di spensieratezza e intrattenimento di qualità.

Si parte giovedì 29 luglio (ore 22), in piazza Andrea Costa, quando Arisa si esibirà in un concerto gratuito.

E il grattacielo si tingerà di rosa, rimanendo illuminato per l’intera durata dei festeggiamenti.

Basta così? No. Affatto. Cesenatico ha deciso di unire il Capodanno dell’estate con il caposaldo della sua tradizione. Quindi le sorprese non finiscono qui.

Sabato 31 luglio tornerà il tradizionale Palio della Cuccagna. Una manifestazione, più tipica e caratteristica che mai, che vede gli atleti rionali sfidarsi in una scalata lungo un palo che pende sulle acque del porto canale. La superficie, ricoperta di grasso, renderà il gioco duro per gli impavidi cuccagnotti.

Nel pomeriggio di domenica 1 agosto, invece, l’intera costa si animerà con un dj-set di Radio Studio Delta che sulla motonave New Gibli festeggia i suoi 40 anni di attività. Infine, in serata alle ore 22, si svolgerà lo spettacolo pirotecnico musicale, con i fuochi d’artificio che partiranno dal mare, che tradizionalmente chiude in bellezza la Festa di Garibaldi.

L’unione vincente, quella tra tradizione e modernità, sarà un modo per mostrare come l’usanza tipica possa arricchirsi attraverso la novità. E viceversa, ovviamente. Sarà un’opportunità per scoprire che, in fin dei conti, non ci si trova davanti a universi così distaccati.

Cesenatico ne darà prova.

Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply