“I nostri avversari stanno facendo girare tante false notizie. Il Pd e il suo candidato sindaco dichiarano che avrei lasciato 50 milioni di euro di debito. Durante il mio mandato il debito è stato ridotto del 24%. In pratica è calato di 13 milioni di euro”, queste le parole del candidato sindaco di centro destra, Roberto Buda, che replica all’attacco do Matteo Gozzoli.

“Fra le tante bugie messe in circolazione c’è anche quella relativa al disavanzo. Secondo loro le mie politiche avrebbero causato un disavanzo di 7 milioni di euro al Comune di Cesenatico. E’ lo stesso ragioniere capo a dichiarare che fu lo Stato a imporre a tutti i Comuni italiani di coprire integralmente, con un fondo, tutti quei crediti difficilmente esigibili creando così il cosiddetto ‘disavanzo tecnico’ – continua Buda – Crediti in larga parte ereditati dall’amministrazione precedente alla mia. Nulla quindi a che vedere con le mie politiche che sono sempre state attente all’utilizzo efficiente delle risorse comunali”.

Roberto Buda candidato Sindaco

Poi “la regina delle fake news diffuse dal candidato del Pd è quella relativa al commissariamento del Comune di Cesenatico. Mettiamolo in chiaro una volta per tutte: il Comune di Cesenatico non fu commissariato per motivi economici, ma esclusivamente per dissidi politici interni alla mia maggioranza che portarono 3 consiglieri a votare contro a un bilancio che aveva tutti i pareri tecnici favorevoli – spiega Roberto Buda – Lo dimostra il fatto che il commissario, appena arrivato, approvò quello stesso bilancio così come era stato elaborato da me e la mia Giunta”.

 
 
 
roberto buda

Poi uno sguardo al futuro di Cesenatico. “Fra le prime cose che vorremmo realizzare a Cesenatico c’è sicuramente una sensibile riduzione dell’IMU. Oggi ci sono le risorse per farlo, grazie all’IMU delle piattaforme Eni e alle maggiori risorse statali che arrivano grazie ai ricorsi presentati dalla mia amministrazione. Il Pd cinque anni fa aveva promesso di farlo, ha avuto la possibilità, ma non ha fatto nulla”.

“Il nuovo Piano Urbanistico Generale, appena adottato da questa amministrazione, ha generato numerose ingiustizie nei confronti dei cittadini che vivono nelle campagne. Ha infatti retrocesso ad agricolo terreni edificabili sui quali tantissime famiglie avevano fatto progetti, investito risorse e pagato tasse. Appena approvato il PUG faremo di tutto per porre rimedio a questa vergogna e aiutare famiglie e imprenditori a tener vive le nostre frazioni – spiega Buda – Per riqualificare le aree oggi depresse serve il coraggio di togliere quelle limitazioni messe dall’attuale amministrazione che impediscono alle persone di investire risorse per realizzare importanti progetti che possano rivitalizzare la nostra città”.

“Per il futuro della Vena Mazzarini, a differenza della nostra controparte che parla di indefiniti progetti da valutare, abbiamo una visione chiara da realizzare preservando la tipicità del posto e senza alcuna cementificazione – conclude il candidato sindaco Roberto Buda – Vediamo una Vena Mazzarini a disposizione dei cittadini e di quegli imprenditori che, in modo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, desiderino investire energie e risorse per trasformarla davvero in un luogo magico”.

messaggio elettorale

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 

Leave a Reply