fbpx

Ladruncolo seriale, parla una delle sedicenti vittime. Riceviamo una mail con lo sfogo di un albergatore alla luce di un articolo pubblicato nei giorni scorsi. La nota è firmata e la riportiamo per dar voce a questa testimonianza.

“Delusione e rabbia! I sentimenti che provo dopo avere letto l’articolo sulla liberazione immediata del cosidetto “ ladruncolo seriale”. Io vivo e lavoro a Zadina Pineta una frazione a Nord di Cesenatico, dimenticata dalle istituzioni, si evince dalla totale menefreghismo che da anni contraddistingue le varie giunte comunali, in merito alle attività volte a migliorare la vita dei residenti e dei tanti turisti che prediligono per le loro vacanze questa oasi di pace e tranquillità”.

“Purtroppo – continua – non piace soltanto ai pochi residenti ed alle migliaia di turisti che la scelgono tutti gli anni per le loro vacanze ma da alcuni mesi, piace molto al “ ladruncolo seriale “ che in pochi mesi ha visitato più volte, gli Hotel ed anche le attività commerciali e gli appartamenti privati. Personalmente, nel mio Hotel è già “entrato” senza invito, la bellezza di 5 volte, “ fregandosene” anche del nostro efficiente impianto d’allarme. La vita della mia famiglia è cambiata, quando la sera, lasciamo l’Hotel per recarci a casa nostra, abbiamo perso la nostra tranquillità, come si dice, non dormiamo più sereni ed abbiamo “ paura” anche per i nostri clienti, sentimento condiviso anche dai miei colleghi che sono esattamente nella nostra situazione”.

“Abbiamo chiesto ai Carabinieri di Cesenatico di presidiare nelle ore notturne la nostra zona, ovviamente, fanno quello che possono ma anche loro più che arrestare il ladruncolo, cosa possono fare? Ebbene, so di dire una cosa forte, ma mi auguro sinceramente che il ”ladruncolo”, una di queste notti, dimentichi Zadina e vada a fare visita alla casa di chi lo ha rimesso in libertà dopo 1 giorno, vanificando l’ottimo lavoro fatto dai Carabinieri e rimettendo noi nell’angoscia che da mesi non ci fa più vivere sereni. L’Italia è anche questo, lo sappiamo, non possiamo avere fiducia nelle istituzioni, per cui probabilmente, al limite dell’esasperazione, finiremo per “ arrangiarci” […] e dopo, vedrete che la giustizia funzionerà, ma non per noi, per il “ladruncolo”, noi avremo comunque e sempre la vita rovinata. Concludo dicendo che da anni chiediamo al “nostro” Sindaco di installare delle telecamere a Zadina, forse siamo rimasti gli unici “ sfigati” in Italia che ancora non le hanno, aiuterebbero molto noi e le forze dell’ordine, le motivazioni per cui ancora non sono state installate, sono assolutamente ridicole, al Sindaco chiediamo molto semplicemente di farle installare, senza se e senza ma, il tempo delle scuse è finito, a Zadina a causa del vostro ladruncolo, non si vive più e noi abbiamo tutto il diritto di tornare a farlo!”

Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply