fbpx
 
 
 

Manca ancora il sigillo dell’ufficialità (che arriverà, come sempre in questi casi, solo in occasione della presentazione di Parigi), ma il sogno ormai sembra diventato realtà: nel 2024 il Tour de France, la più famosa corsa ciclistica al mondo, partirà dall’Italia. E la prima tappa sarà la Firenze – Rimini, con ogni probabilità il 29 giugno.

Come detto, manca solo il crisma dell’ufficialità, ma i sopralluoghi effettuati dallo staff della Gran Bouclé e le conferme velate provenienti dagli ambienti istituzionali (“Siamo molto vicini”, ha detto martedì scorso il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini) confermano che il progetto – partito ormai tre anni fa – è ormai realizzato.

 
 
 
 
 

La notizia riveste un’importanza storica soprattutto per Cesenatico perché – se il Tour arriva in Romagna – lo farà per rendere omaggio a Marco Pantani in occasione del ventesimo anniversario della morte del Pirata, che vinse il Tour nel 1998. E allora viene data per scontata, il giorno successivo (30 giugno), la tappa con partenza da Cesenatico e arrivo a Bologna.

La corsa dovrebbe partire da piazza Marconi, davanti al monumento dedicato a Pantani, anche se – per ragioni logistiche di spazi – non è esclusa la linea di partenza qualche centinaio di metri più a nord, nei pressi di piazza Costa. 

Ma per vedere il grande ciclismo in Romagna non dovremo aspettare il 2024. Il prossimo anno, nell’estate del 2023, il Giro d’Italia toccherà nuovamente i nostri territori con una frazione che partirà da Cesena o Savignano.

 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply