fbpx
 
 
 

La duna torna a difendere Cesenatico. In mattinata le possenti ruspe hanno iniziato a costruire la barriera di sabbia a difesa della costa. Sono partite da Valverde. Una volta ultimata sarà lunga circa sette chilometri. Sul posto anche i tecnici comunali che hanno concordato le tappe dei lavori con chi porta avanti i lavori.

duna cesenatico
 
 
 
 
 

Oggi il tratto interessato era quello di Valverde, vicino a uno dei punti deboli che presta sempre il fianco alle mareggiate. Il tratto dello ial infatti è uno dei primi a mostrare il fianco quando il vento sferza la costa.

Le dune infatti sono uno degli elementi caratteristici e folkloristici del mare d’inverno. Una poesia che raggiunge l’apice con la nebbia e il faro che si fa sentire con il suo “tuuuuuuu tuuu” del nautofono.

duna cesenatico

Va rilevato che, nonostante le tecnologie e il passare del tempo, la duna di sabbia resta una barriera ancora insostituibile per il lungo periodo invernale. Anche se va “rimpolpata” più volte ha difeso le prime linee della città dall’invasione dell’acqua del mare.

Per capire quanto sono fondamentali per la tenuta strutturale di Cesenatico basti pensare a cosa è successo intorno al 20 settembre. La Bora ha spinto le onde contro la coste forti di un vento a oltre 100 km/h. Gli allagamenti sono stati inevitabili e i danni molto alti. Prime stime infatti hanno ipotizzato un conto parecchio salato. Un milione di euro.

 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply