fbpx
 
 
 
“Per fortuna sono state rimosse le restrizioni legate alla crisi pandemica, con le relative misure di distanziamento sociale, ma c’è una nuova crisi fatta di caro bollette e caro materie prime che sta colpendo duramente il mondo dei pubblici esercizi”. Inizia così una nota di fratelli d’Italia.
 
 
 
 
 
“Per i ristoratori del Porto Canale di Cesenatico – si legge – poteva essere prorogata la possibilità di avere all’esterno pedane e gazebo, in modo da aver più posti a sedere, riuscire a lavorare di più e, in definitiva, ammortizzare meglio le spese crescenti”. Sebastiano Padovan, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia a Cesenatico, commenta così la decisione del Comune di non rinnovare la concessione temporanea a bar e ristoranti per il periodo invernale, come fatto negli ultimi due anni.
“Le misure di restrizione e di distanziamento interpersonale, in passato hanno spinto l’amministrazione ad estendere al periodo invernale le concessioni di suolo per permettere ai ristoratori di installare tavoli e gazebo sulla banchina. L’allentamento delle misure non ci può che far piacere – prosegue l’esponente di FdI – ma siamo di fronte ad un’altra sfida: le imprese del mondo della ristorazione stanno soffrendo parecchio in questa fase, la concessione degli spazi esterni anche durante l’inverno, poteva essere un piccolo aiuto non solo a loro, ma anche all’attrattività di un simbolo di Cesenatico. I gazebo dei pubblici esercizi sulla banchina del Porto Canale lo rendono un luogo ancor più conviviale – conclude Sebastiano Padovan – e potevano essere la ciliegina sulla torta per il periodo natalizio”.
 
Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply