fbpx
 
 

La Polizia di Stato ha arrestato un quarantunenne bosniaco resosi responsabile di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale avvenuti in conseguenza di un intervento per molestie e successivo controllo stradale finalizzato alla contestazione di guida in stato di ebbrezza, al quale l’uomo si è ribellato aggredendo gli agenti e procurando loro lesioni guaribili in cinque giorni ciascuno.

Il fatto è avvenuto nel quartiere Cà Ossi, a seguito dell’intervento della volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura a richiesta di un cittadino che segnalava la presenza di suo fratello ubriaco in strada che urlava e lo molestava.

 
 
 
 
 
 
 

All’arrivo di due pattuglie  della Polizia il soggetto, manifestamente ubriaco, ha cercato di allontanarsi a bordo di una bicicletta ma dopo qualche metro si è sbilanciato ed è caduto. Gli agenti gli hanno ritirato la bicicletta per inibirgli che potesse circolare in quelle condizioni ottenendo una reazione aggressiva che ha costretto gli operatori a immobilizzarlo con le manette e condurlo in Questura per la procedura dell’arresto. In questa fase, due agenti sono rimasti lievemente contusi. Il giorno seguente il Tribunale ha convalidato l’arresto disponendo l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre volte la settimana, in attesa della definizione del procedimento penale che avverrà all’udienza del 24 ottobre prossimo.

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply