Buone notizie da Cesenatico sul fronte Coronavirus. Oggi (venerdì 10 aprile) non si registra nessun caso in città, dove in totale i positivi al Coronavirus rimangono 48 dei quali 36 in isolamento domiciliare, 9 ricoverati in ospedale e 3 persone guarite. Nel territorio cesenate nella giornata odierna sono 10 i casi Covid-19 positivi. “In queste ore ho notato troppe persone in giro per Cesenatico – interviene il sindaco Matteo Gozzoli nella diretta quotidiana sui social – Ci avviciniamo alle festività di Pasqua che quest’anno saranno vissute in maniera diversa. Siamo tutti chiamati a continuare ad avere un atteggiamento responsabile. Da domani abbiamo predisposto controlli e servizi dedicati delle forze dell’ordine per monitorare il più possibile il territorio. I numeri sono in miglioramento, ma dobbiamo mantenere il distanziamento sociale”. A breve si attendono le nuove misure del Governo che interesserà il periodo dopo il 13 aprile.

Buoni spesa. Da martedì 14 aprile arriveranno le prime risposte riguardo ai buoni spesa tramite un sms con l’esito della richiesta. “Ad oggi all’Unione Rubicone Mare sono arrivate oltre 2000 domande – spiega il primo cittadino – I buoni spesa saranno caricati sulla tessera sanitaria che funzionerà da bancomat”. Le domande per i buoni spesa si potranno presentare fino al 15 aprile.

Mascherine. Un appello del sindaco: “Quando andate a fare la spesa o vi recate in altro luogo pubblico bisogna essere protetti da una mascherina o da una sciarpa, nonostante non ci sia un’ordinanza regionale in merito”.

Vivai e fioristi. I vivai possono rimanere aperti, infatti rientrano nel settore agricoltura, quindi – in base al decreto del Governo – possono commercializzare e vendere i loro prodotti.

🔴 Aggiornamento del 10 aprile. #iorestoacasa

Posted by Matteo Gozzoli on Friday, April 10, 2020

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento