di Sofia Casadei

Durante la serata di ieri (venerdì 30 ottobre) una vera e propria task-force di forze dell’ordine ha controllato Cesenatico per monitorare quali e quanti locali avessero realmente applicato la ‘disobbedienza civile’, ovvero restare aperti anche dopo l’orario di chiusura previsto per le 18, come da ultimo dpcm.

All’opera diverse volanti: Polizia Locale, Carabinieri, Polizia di Stato e Digos in borghese. Sono state controllate 45 attività e fatte 4 ispezioni per verificare che il servizio offerto alla clientela fosse solo quello dell’asporto, come previsto dalle regole.

Il verbale – come noto – è scattato solo per il Jam Session che, malgrado i reiterati inviti a chiudere subito il locale, ha deciso di continuare il servizio fino alle 24, così da aggiungere alla sanzione pecuniaria anche la sospensione dell’attività per 5 giorni (a partire da oggi, sabato 31 ottobre). Gli altri locali ispezionati sono risultati in regola e non hanno quindi subito sanzioni.

La presenza sul territorio anche di Carabinieri, Polizia di Stato e Digos è prettamente cautelare: sarebbero intervenuti solo in caso di contestazioni più violente, che però non si sono verificate.

“La multa è stata fatta dalla Polizia Locale, che è l’unica ad essere effettivamente entrata all’interno delle attività – commenta il sindaco Gozzoli – i controlli continueranno anche stasera”.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

Leave a Reply