La prima burrasca ha sferzato la costa. Anche Cesenatico ne è stata coinvolta. Fin dal mattino vento e pioggia si sono fatti sentire. Il maltempo era stato previsto da un’allerta meteo arancione che ha portato con sé la chiusura delle porte vinciane. Come da programma onde spinte dal vento hanno raggiunto la duna in spiaggia. L’acqua del mare sul canale è arrivata al limite del le banchine fermandosi però contro lo sbarramento a difesa del centro storico. Tutte le volte che accadono questi episodi vien da pensare che cosa succederebbe se non ci fossero le porte vinciane.

+++CLICCA E GUARDA IL VIDEO! MARE IN BURRASCA DI NOTTE!+++

La protezione civile già stata perlustrando le zone calde vicino a Tagliata e nella così detta spiaggia piccola. La burrasca non ha colpito solo la costa. Infatti si segnala un albero caduto al peep vicino all’Ada Negri. La segnalazione è giunta dai volontari dell’Ass.ne Carabinieri e si sono recati sul posto gli agenti della Polizia Locale. Intanto il sindaco ha dato qualche informazione sui social. ve le riportiamo dopo il video.

 
 
 
Il sindaco Matteo Gozzoli spiega subito che già in mattinata il vento ha superato i 60km/h e si prevede che le raffiche possano intensificarsi. Il mare è già molto mosso, il picco delle onde è previsto tra la tarda serata e la prima mattina di domani, sabato 21 novembre.
Le porte vinciane sono chiuse dalle 00:00 di oggi. Sono monitorate dal personale tecnico del Comune di Cesenatico e di Cesenatico Servizi. Intanto la protezione civile sta monitorando lo stato delle dune lungo la costa.
Si raccomanda di evitare di passeggiare in prossimità dei moli e delle scogliere. E per tutti coloro che hanno attività lungo la fascia costiera di attuare tutti gli accorgimenti utili a ridurre il rischio di possibili ingressioni di acqua marina. Sul fronte delle precipitazioni, le previsioni al momento non registrano particolari criticità. Ma vento e stato del mare resteranno sotto osservazione fino alla giornata di domenica 22 novembre.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

2 Comments

  • Avatar Giuseppina Perrone ha detto:

    Ciao. Abito a Valverde ma non sono residente. Ho 61 anni e quest’anno per la prima volta dopo tanti anni non potrò fare la vaccinazione antinfluenzale. Perché???
    Perché di solito la facevo dal mio dottore (gratis xché ho delle patologie)a Varese dove ho la residenza. Quest’anno
    Sono a Valverde e a quanto sembra anche a pagamento e con la ricetta inviatami dal mio dottore non ho diritto e non si trova. Sono una signora in pensione che ha sognato da sempre di vivere al mare la vecchiaia. Mio marito è rimasto bloccato a Varese e in più sono senza auto. Ho sempre pagato le tasse e non posso fare la vaccinazione xché non ho la residenza. Ma io sono ITALIANA xché vengo trattata così.
    Sono molto scoraggiata. Non abbiamo nessun diritto. Solo doveri. Che tristezza

    • Anna Budini Anna Budini ha detto:

      Ci dispiace molto per lei, causa l’esaurimento della scorta di vaccini in regione, probabilmente non riescono a far fronte a richieste di competenza di altre Ausl! Spero che abbia trovato una soluzione.

Leave a Reply