Quella zona arancione anticipata alla domenica non è andata giù ai ristoratori di Cesenatico che, pur dando ormai per scontato il cambio di fascia, speravano perlomeno in un fine settimana completo.

E invece, dopo un sabato rigenerante sul fronte degli incassi, ecco l’ennesimo stop di questo inverno in altalena.

Per l’ennesima volta avvertiti all’ultimo momento, in tanti hanno dovuto cambiare i piani in extremis, cestinando decine di prenotazioni. C’è chi si è tenuto dentro la rabbia per l’ennesima presa in giro e chi – come Maurizio Chiarucci, titolare del ristorante “12” – una piccola soddisfazione se l’è voluta togliere.

 
 
 

E così, da questa mattina, sulla vetrina del suo ristorante sul porto, campeggia una locandina con questa scritta: “Un abbraccio virtuale ai miei 96 prenotati di oggi, domenica 21 febbraio. E un bel ‘vaff…’ a chi non ci fa aprire”.

Il cartello pubblicato sulla sua pagina facebook ha subito fatto il pieno di like. Tra questi anche gli attestati di solidarietà di molti colleghi ristoratori, anche loro ormai stremati da questo inizio d’anno lastricato di incognite ed incertezze.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 

One Comment

  • Avatar Franco Missoli ha detto:

    Il Sig. Chiarucci se la deve prendere in particolare con la sua Associazione Nazionale che non ha voluto accettare gli obblighi di natura sanitaria che prevedevano sanificazioni studiate dagli istituti di Fisica Sanitaria e che, se non osservate, prevedevano una sanzione elevata e una denuncia PENALE.

Leave a Reply